PDA

Visualizza Versione Completa :

Amazzonia boliviana



Enrica78
12-08-2007, 14:57:33
Partendo da La Paz con un volo di 50 minuti è possibile raggiungere Rurrenabaque. Si può evitare il volo con un lungo viaggio via terra, tutt’altro che tranquillo e percorribile in quasi un intero giorno.

Rurrenabaque, è una cittadina sulla riva del Rio Beni, ed è un ottimo punto di partenza per le numerose escursioni.

Da qui è possibile visitare:

1) Parco Madidi indicato come una delle zone protette più biologicamente varia sul pianeta, pure il national geographic le dedica un servizio bellissimo.

http://www.nationalgeographic.com/ngm/0003/madidi/

Tra le varie possibilità di escursioni a me piaceva questa (anche se un po' costosa rispetto alle altre):
http://www.chalalan.com/
E’ gestito integralmente dalla comunità indigena di San Josè, e tutto il ricavato va a beneficio della comunità.

2) Escursione nella pampa, lungo il Rio Yacuma, qui c'è la possibilità d'incontrare tantissimi animali: delfini rosa, capibara, coccodrilli a volontà, rettili etc etc. E’ molto indicata per chi alla flora predilige la fauna. Rispetto al Parco Madidi non è un’escursione alternativa ma piuttosto complementare.

3) riserva della biosfera Pilon Lajas, territorio indigeno dei Chiman, Moseten e Tacana. Indicata per il turismo “etnologico”.
Una scelta interessante fra le varie possibilità di escursione:
http://www.mapajo.com/ anche questo interamente amministrato dalla comunità indigena.

Enrica

danibi
13-08-2007, 10:16:47
Dando uno sguardo veloce anche a me piace di più l'escursione a Chalalan, non te la perdere.
Leggendo il programma mi ricorda un po' la nostra scappata nella selva misionera (tra Argentina e Brasile) non abbiamo visto animali, ma l'isolamento nella foresta e la navigazione sui fiumi sono stati un bell'avvicinamento alla natura.
Insomma la parte "safari" in un viaggio bisogna pur sempre farla saltar fuori, dalle foto si direbbe poi che a Chalalan tra animali ed uccelli ci sia un sacco di fauna.

Pensi di prenotare già da casa?
Ho letto che non hai ancora fatto alcuna prenotazione perchè non sai come reagirai alle altezze peruviani, ma anche in Bolivia vai allo "sbaraglio"?

Enrica78
14-08-2007, 00:38:43
Tieni conto che servono almeno 3 gg per Chalalan e altrettanti per la pampa...
A Chalalan sono sicura che tornerei sicuramente soddisfatta, quello che mi frena è che nella selva è più difficile vedere gli animali, più che altro si osserva la flora.
I programmi che ho visto, prevedono che da Rurrenabaque ti trasportano via canoa alla laguna Chalalan (circa 6 ore) dopodichè vieni affidata ad una guida locale (membro della comunità di S.Jose) e alterni le tue giornate fra passeggiate nella selva e bagni nella laguna.

Invece nella pampa i programmi sono un po' più movimentati e di animali ne incontri tanti. L'idea di vedere i delfini rosa o un bradipo o un'anaconda ... a me emoziona il solo pensiero!

Perito Moreno e poi Selva Misionera? Anche tu l'hai fatto un bel salto paesaggistico eh?

Per le prenotazioni, più passano i giorni e più mi straconvinco che devo fare tutto sul posto. Ho contattato varie agenzie sia per il Lares Trek in Perù che per il giro delle lagune in Bolivia sia per l'amazzonia. Ovviamente se prenoto, mi chiedono di fissare le date e l'invio di un sostanzioso acconto. Se fossi sicura di poter rispettare la tabella di marcia senza intoppi e ritardi, prenoterei, ma visto che non ne sono affatto sicura e verificato che posso fare tutto sul posto senza problemi, io aspetto....

Comunque per l'amazzonia, per avere delle informazioni, ho contattato varie agenzie ma ho ricevuto risposta solo da Chalalan.... Quindi qua, se continuiamo così il problema della prenotazione neanche si pone :002: !

Speriamo di reagire bene alle altezze... non ti nascondo che mi da un po' di pensiero. Una mia collega è stata in Perù ed un paio di gg l'ha passati a letto a Cusco a masticare le foglie di coca.... Un altro in viaggio di nozze in Ecuador idem.
Speriamo in un buon acclimatamento e in un po' di fortuna;
in fin dei conti io mica ho visto 4 leopardi in Tanzania... no??? ;)

danibi
14-08-2007, 11:50:24
Aspetta... aspetta...
tu parli come se io conoscessi perfettamente la geografia boliviana (non è così purtroppo) ieri guardando il sito di Chalana ho scoperto che anche la Bolivia ha un pezzo di foresta amazzonica, ma la pampa da dove salta fuori? dove si trova? mi serve una breve lezione geografica, raccontami meglio dell'escursione nella pampa oppure dimmi dove andare a leggere brevemente per saperne di più.

Giusto ieri sera sfogliando una vecchia rivista ho letto alcune caratteristiche dell'anaconda:... può raggiungere una lunghezza di ben 9 metri... può inghiottire un bue intero...
Sei davvero sicura di volerne incontrare una? :027:

Eh Si Perito Moreno (e non solo) ed infine Selva Misionera... tra tutti quei ghiacci, laghi, montagne, mi è parso giusto infilarci la "chicca" che mi ricordasse le emozioni africane.

Ah dunque speri nella famosa legge di compensazione: pochi (quanto pochi?) leopardi in Tanzania tanta fortuna in più sulle Ande... ti auguro che vada proprio come desideri e che l'altezza non ti crei alcun problema.

Stai vedendo Evoluti per caso? stanno viaggiando giusto in sudamerica (lunedì prossimo si dovrebbe vedere il Perù ;) )

Enrica78
14-08-2007, 18:04:51
Qui c'è una mappa, Rurrenabaque (non segnalato è troppo piccina) è nel Beni (sopra La Paz)

http://www.enjoybolivia.com/english/bolivia-map.shtml


Partendo da Rurrebanaque hai la possibilità di vistare:

1) il Parco Madidi di cui fa parte anche la laguna Chalalan

2) oppure puoi dirigerti verso il Rio Yacuma e visitare un ambiente diverso dalla selva del Parco Madidi, la cd. pampa. Qui gli animali sono più facilmente visibili.

Qualche foto: clicca su PAMPA VICINO A RURRENABAQUE - APRI GALLERIA

http://www.peschieramarco.com/sudameric ... que_IT.htm (http://www.peschieramarco.com/sudamerica/04_Rurrenabaque_IT.htm)

http://www.dimspace.com/gallery/album04?page=3

PS quello di toccare e mettersi al collo gli animali ovviamente è un gesto che non andrebbe mai fatto...

La cartina non è un granchè...

danibi
14-08-2007, 22:07:24
Ti adotto come "maestra", ora, dopo la cartina e le istruzioni, ho le idee decisamente più chiare.

E' molto interessante anche la pampa, che non è, come in Argentina, una distesa brulla con bassi arbusti e null'altro, ma una sorta di palude ricca di forme di vita vegetale ed animale. Ho capito giusto vero?
A questo punto, dopo aver visto anche le foto, sarei veramente imbarazzata nella scelta: gli animali hanno sempre un certo fascino (tranne il serpente portato tipo "sciarpa" :015:).

Osservando la cartina ho anche scoperto, cosa che non avevo realizzato, che il Lago Titicaca sta a metà tra Perù e Bolivia (ora capisco anche meglio certi discorsi di Silvia).

Ho anche dato uno sguardo alle foto del Salar de Uyuni: che posto splendido! :022:
Hai fatto benone a pretendere la tua quota di soddisfazione in questo viaggio, anzi raccontami meglio come ci si muove lì, dove si alloggia e quanto tempo occorre per fare un giro abbastanza completo.

Del sudamerica mi attirerebbe molto il Deserto cileno di Atacama, se ci si può abbinare anche il Salar boliviano... quasi, quasi comincio a farci un pensierino, metto in memoria tutti i dati, poi al momento buono li ripesco.

Più se ne parla più mi rendo conto che stai per fare un altro splendido viaggio, prenoto già da ora una copia in anteprima del tuo diario.

Enrica78
15-08-2007, 01:43:40
E' molto interessante anche la pampa, che non è, come in Argentina, una distesa brulla con bassi arbusti e null'altro, ma una sorta di palude ricca di forme di vita vegetale ed animale. Ho capito giusto vero?

Proprio così. Inizialmente anch'io quando ho letto pampa ho pensato a quella argentina :-? , invece è tutt'altra cosa.
"Zona di savana ricca di corsi d'acqua e lagune, dove la vegetazione bassa permette di osservare senza difficoltà i tantissimi animali selvatici, soprattutto uccelli acquatici, mammiferi e rettili"

A questo punto, dopo aver visto anche le foto, sarei veramente imbarazzata nella scelta: gli animali hanno sempre un certo fascino (tranne il serpente portato tipo "sciarpa" :015:).

A chi lo dici... ancora sono indecisa, anche se la pampa è in vantaggio.
Questo è un esempio di tour nella pampa con una delle agenzie tra le più confortevoli e care.

http://www.balatours.com/planes.php?categ=2

Sai che sta diventando un problema "l'anaconda a 'mo di sciarpa?" Sembra che ci siano parecchi turisti esaltati in giro, che costringono le guide a scovare a tutti i costi queste creaturine per la foto ricordo. Considera che lì visto l'assalto NO-STOP degli insetti (lì pure i tafani ti succhiano il sangue!!) sei costretto a riempirti di antizanzara in continuazione e molti impregnano i vestiti con la permetrina. Sembra che le anaconde venendo a contatto con queste sostanze abbiano in seguito notevoli problemi e addirittura rischino di morire.

Si sospetta che per evitare tali corse alle anaconde, a volte infruttuose, alcuni rettili vengano drogati e posizionati ad hoc in modo da far felici i turisti e di conseguenza ricevere laute mance. Atroce vero?


Osservando la cartina ho anche scoperto, cosa che non avevo realizzato, che il Lago Titicaca sta a metà tra Perù e Bolivia (ora capisco anche meglio certi discorsi di Silvia).

Si, c'è il lato peruviano e quello boliviano, considera che ha una superficie di 800 km2 e ospita una quarantina di isole....
Famose dal lato peruviano le Uros, Taquile e Amantani raggiungibili da Puno. Dal lato boliviano invece: Isla del sol e Isla della luna raggiungibili da Copacabana.

Ho anche dato uno sguardo alle foto del Salar de Uyuni: che posto splendido! :022:
Hai fatto benone a pretendere la tua quota di soddisfazione in questo viaggio, anzi raccontami meglio come ci si muove lì, dove si alloggia e quanto tempo occorre per fare un giro abbastanza completo.

Del sudamerica mi attirerebbe molto il Deserto cileno di Atacama, se ci si può abbinare anche il Salar boliviano... quasi, quasi comincio a farci un pensierino, metto in memoria tutti i dati, poi al momento buono li ripesco.

Più se ne parla più mi rendo conto che stai per fare un altro splendido viaggio, prenoto già da ora una copia in anteprima del tuo diario.

Per il salar e le lagune mi trasferisco su un altro topic....

danibi
15-08-2007, 12:11:37
L'argomento è lungo e molto interessante, in questo momento non ho molto tempo a disposizione per leggere con attenzione il programma dell'escursione nella Pampa e per continuare la conversazione, per ora mi sono limitata a leggere le tue risposte, ma continuo sicuramente questa sera, se rientro ad un'ora decente, o al più tardi domani.

PS
Buon Ferragosto!

chiccapiperita
16-08-2007, 10:54:26
leggo sempre con molto piacere le info e le dritte sul Perù. Da tempo è una meta che ho in testa e, spero, di poterci andare presto.
Enrica (ti chiami come me :002: ), quando sarà il momento, potrò tampinarti? :)

Enrica78
16-08-2007, 12:37:28
Ciao Enrica

potrai tampinarmi quando vuoi :002:

danibi
16-08-2007, 15:06:33
Rieccomi, con più tempo e più preparata (ho appena letto le possibili escursioni nella pampa) per alcuni versi, anche se non ho visto animali, mi ricorda molto l'esperienza nella selva misionera argentina, non posso far altro che "spingerti" a concretizzare questo bell'impatto con la natura, da quel che si legge in Bolivia le possibilità di avvistare animali sono ancora più elevate che nella selva argentina.
Non riesco ad immaginare i delfini rosa, ma penso siano uno spettacolo raro.

Questa possibilità mi inquieta: "caminamos por unos 3 a 4 horas por las pampas para buscar anacondas", però è anche vero che in loco lo spirito d'avventura prevale sulle ns. ansie (in uno dei miei viaggi c'era la possibilità di visitare una grotta abitata da pipistrelli e pitoni, da casa avevo deciso che non ci sarei entrata neppure dietro compenso, sul posto mi sono attaccata fortemente alla guida, sono entrata ed ho guardato in faccia due pitoni... ancora stento a credere di averlo fatto :027: ).

Nonostante la mia repulsione per i serpenti, dopo quanto hai riferito non posso che fare il tifo per loro, possibile che l'uomo (l'unico essere dotato di una forma superiore di intelligenza) non capisca che con il proprio comportamento fa molti danni all'ambiente ed alle creature che lo popolano?
Davvero terribile quello che hai raccontato.
Roba da boicottare chi promette la "sciarpa" al collo e relativa foto ricordo, non bisognerebbe affatto incentivare questo tipo di attività e turismo.

Ma che bello scoprire che il Titicaca può essere visitato anche dalla Bolivia, hai altre info su come si raggiungono Isla del sol e della luna? sono fatte come le Uros, cioè sono galleggianti?

Ora passo alle lagune ed al Salar.

Enrica78
17-08-2007, 01:52:45
In effetti i delfini rosa è una visione che non mi voglio perdere.
Pensa che ci sono dei tratti nel fiume in cui le guide ti fanno fare un bel bagnetto insieme a loro... Non so se farò l'esperienza: tieni conto che in quel fiume ci sono pirana, coccodrilli e chissà che altro sotto quell'acquetta marrone!!
"Sembra" che in quei punti indicati dalle guide si possa stare tranquilli in quanto i delfini avendo i "cucciolotti" tendano a difendere il territorio e ad impedire l'avvicinamento di brutte belve. Ho letto e soprattutto visto foto di persone che fanno il bagno con coccodrilli a pochi metri in un acqua che a confronto l'acqua del Tevere sotto casa mia è limpida e trasparente.
Ovviamente se riesci ad uscire sano dal fiume verrai senza ombra di dubbio dissanguato dalle zanzare e insetti vari.
Molti provano questa esperienza e la definiscono tranquilla e piacevole (se non sei una donna con il ciclo in corso... i piranha lì non resistono :015: ); io sinceramente avrei paura.


Dany dimenticavo la tua passione per i rettili.... avevo letto della tua esperienza con i pitoni: sai come l'hai stritolata qualla povera guida!?! Forse l'anaconda non avrebbe saputo fare meglio!! :027:

Isla del Sol e Isla della Luna sono raggiungibili facilmente da Copacabana oppure Yampuputa (20 miniti di barca per Isla Sol e 50 mintui per Isla Luna). Non sono galleggianti come le Uros; come grandezza tiene conto che in 2-3 ora ti attraversi l'Isla del Sol a piedi. Dell'Isla della Luna non ho letto commenti molto entusiasmanti. Comunque dovendo scegliere, mi vedrò le Uros (molto molto turistiche, ma particolarissime) e poi dormirò a Isla Taquile come Leandro. Dicono che la cosa che colpisce di cui sono i colori ultrasaturi e intensi con dei panorami bellissimi.

Sono curiosa di sapere quali isole ha visitato Silvia.

danibi
17-08-2007, 11:36:56
Mai dire mai!
mi riferisco al tuffo in acqua insieme ai delfini rosa, da casa tutto fa impressione, poi sul posto si è - e meno male - più stimolati all'avventura, quindi aspetta a dire NO definitivamente, ne riparliamo al tuo ritorno e poi magari mi racconterai: che goduria quel bagno, non ho pensato affatto ai pirana ed i delfini erano meravigliosi.

Ti ho chiesto delle due isole nella parte boliviana del Lago Titicaca come eventuale estensione di un mio molto ipotetico ed immaginario viaggio in Bolivia, però da quel che dici mi ispirano meno delle galleggianti Uros.
Eventualmente indaga se dalla Bolivia è abbastanza facile raggiungerle.

Enrica78
17-08-2007, 13:03:12
Sicuramente una volta che starò lì, tutto sembrerà molto naturale, quindi non escludo che presa dall'euforia del momento non mi ritroverò a sguazzare fra i delfini.
Certo è che immergermi completamente in acque scure (a prescindere dai "compagni") mi mette già in apprensione.

In effetti anche a me hanno ispirato di + le isole Peruviane.
Ho visto che i tempi per raggiungerle sono i più vari, dipende tutto dal mezzo che si prende (bus o collettivo) e dalla bontà dei doganieri.... Noi per raggiungere la Bolivia dal lato peruviano del Titicaca , facciamo Puno (base per Isla Taquila e Uros) - Desanguero - La Paz. Mi cronometro e poi ti faccio sapere.

danibi
17-08-2007, 14:57:47
Ecco brava prendi appunti così poi leggendo il diario o anche parlandone di nuovo qui sarà più facile capirti e fare una quantificazione precisa.

Ora ho sempre qualche difficoltà a "seguirti" perchè tu snoccioli nomi ed hai evidentemente in mente dove siano, per me la geografia di quelle parti è ancora una faccenda un po' confusa.

Con il Perù ed il terremoto come sei messa? avevi in programma di visitare Pisco?

Enrica78
18-08-2007, 08:13:21
Perdonami ma è difficile spiegare senza fare i nomi: questo è il Titicaca:

http://www.peschieramarco.com/sudamerica/05_puno_it.htm

E' evidenziato Puno in Peru, Copacabana e La Paz (in basso a destra) in Bolivia.

Questa è una mappa molto chiara sul Perù:
http://www.perucusco.info/images/peru1.gif

Enrica78
18-08-2007, 08:20:33
Prima del terrremoto avevamo lasciato Pisco (ottima base per visitare le Isole Ballestas, le cd Galapagos del Perù) e le linee di Nazca (a circa 3 ore da Pisco) come ultima tappa del nostro viaggio. Non eravamo certi di riuscire a completare il nostro giro, quindi erano (almeno Pisco) molto in dubbio.

Ieri leggevo che Pisco è distrutta al 70%....

danibi
18-08-2007, 15:30:28
I notiziari radio la danno distrutta al 90%, nella zona sono decine di migliaia le persone senzatetto, la situazione è davvero drammatica.
Oggi ho sentito la testimonianza di turisti italiani rimasti senza nulla che rivoltisi all'Ambasciata Italiana quale unico "sostegno" hanno ricevuto solo due caffè... che vergogna! :013:

Tornando al tuo imminente viaggio, che ti dicono parenti ed amici?
sono preoccupati?
già c'è panico per nulla (non so se capita anche a te, ma prima di partire per determinate destinazioni, secondo alcuni, sembra che io vada incontro a pericoli gravissimi) posso immaginare le pressioni dopo una catastrofe e poco importa se, ovviamente, tu starai lontana dalle zone critiche. Com'è il clima intorno a te in questo momento?

Enrica78
18-08-2007, 21:46:05
Figurati che per mia madre la soluzione ideale sarebbe che io stessi a casa, a prescindere dalle catastrofi ... il viaggio più lungo che ho mai fatto con i miei genitori è stato a Fano (1.30 h da Perugia in auto...).
Mia madre appena appresa la notizia del terremoto, quando ancora si parlava di decine di morti e non di centinaia, lei già dava per scontato che ormai lì non si poteva più andare.

Alla fine, terremoto o non terremoto, quando sono in viaggio sono sempre in ansia... Spendo una fortuna in telefonate tranquillizzanti :(

Cavolo al 90% è una catastrofe totale....

2 caffè??? Gentili.... un'ambasciata funzionale e rassicurante. Speriamo di non dover mai bussare a quella porta!!!

danibi
18-08-2007, 22:02:51
Immaginavo ci fosse un po' d'agitazione intorno a te, ti costerà il doppio in telefonate tranquillizzanti, ma pazienza l'importante è non rinunciare al viaggio.

Tramite diversi giri sono arrivate notizie da Silvia: si trova in Bolivia ed è tutto OK! ;)

Terribile la testimonianza delle persone che si sono rivolte all'Ambasciata, ora sono sistemate a casa di amici di amici contattati dall'Italia, per l'Ambasciata potevano stare senza indumenti, senza cibo e senza soldi... da non credere.

Enrica78
19-08-2007, 09:51:43
Mi chiedo per quale motivo esista quella ambasciata... E' scandaloso, qualcuno dovrebbe chiedergli conto di quanto è successo. Dovrebbero intentergli una causa.

Silvia in Bolivia? Ho visto che ieri ha lasciato traccia sul forum passando per un salutino.

danibi
19-08-2007, 21:01:20
Probabilmente, tra un messaggio e l'altro, Silvia si è di nuovo spostata, l'importante è che al momento del terremoto non fosse in zona critica.

danibi
20-08-2007, 15:01:34
@ Enrica
che clima si trova in questo periodo nella zona amazzonica?

Enrica78
20-08-2007, 23:22:15
Caldo con un tasso di umidità molto alto. Aggiungici che avrai addosso una quantità d'insetti impressionante...

Comunque a novembre inizia la stagione delle piogge e già da ottobre può essere problematico raggingere Rurrebanaque con l'aereo visto che se piove non può atterrare ....

Il problema di fine agosto e settembre è che gli indigeni in questo periodo appiccano il fuoco; potrei passare in delle zone dove la vegetazione è stata bruciata, da quello che dicono non è un gran spettacolo.

danibi
21-08-2007, 11:25:15
No, no... fuoco o zone appena bruciate speriamo di no, è davvero deprimente passare tra quel resta di un incendio.

Caldo umido con insetti: il clima "peggiore", però è più drammatico pensarci da lontano che esserci dentro davvero.
Vero, Enrica, che non ti spaventa più di tanto questo aspetto?

Quindi guardaroba misto, questo è l'aspetto fastidioso di un viaggio articolato con temperature e climi diversissimi, bisogna prevedere di tutto, dal costume ad indumenti pesanti ed è impossibile partire con un bagaglio ridotto e leggero.

Enrica78
22-08-2007, 16:33:26
No, no... fuoco o zone appena bruciate speriamo di no, è davvero deprimente passare tra quel resta di un incendio.

Caldo umido con insetti: il clima "peggiore", però è più drammatico pensarci da lontano che esserci dentro davvero.
Vero, Enrica, che non ti spaventa più di tanto questo aspetto?

Quindi guardaroba misto, questo è l'aspetto fastidioso di un viaggio articolato con temperature e climi diversissimi, bisogna prevedere di tutto, dal costume ad indumenti pesanti ed è impossibile partire con un bagaglio ridotto e leggero.

No il clima caldo/freddo alla fine si sopporta, basta partire un po' preparati con l'abbigliamento.
Quello che mi mette pensiero in questo viaggio è il mal di montagna e i furti... E' vero che tutto mondo e paese e non serve arrivare in Perù per farsi scippare, basta andare a in centro a Perugia... Sarà il caso di smettere di leggere le guide: sembra che sto partendo per il Bronx :-?

danibi
22-08-2007, 16:51:48
Ho letto tante guide, TUTTE indistintamente nella sezione "pericoli e contrattempi" dicono le stesse cose tanto che sembrano fotocopiate, ti dirò che ultimamente salto quel capitolo ed anche quello sulle malattie.
Si Enrica smetti anche tu di leggere.

Il mal di montagna credo che preoccupi chiunque, però da quel che s'è visto anche in Evoluti per caso sono tutti ben attrezzati con rimedi.

Enrica78
22-08-2007, 23:47:27
Oggi abbiamo comprato il Diamox... tante le volte "ruminare foglie" non basti:

http://www.viaggiavventurenelmondo.it/h ... ntagna.pdf (http://www.viaggiavventurenelmondo.it/home/Mal%20di%20montagna.pdf)

Dicono che in Bolivia siano più attrezzati con le pillole per il mal di montagna: sorojche pills. Abbiamo dato un occhio anche al sito della società farmaceutica che le produce (sempre boliviana) però meglio andarci leggeri e soprattutto sicuri di sapere cosa ci si butta dentro.

Neanche mi voglio immaginare cosa scriveranno le guide sul capitolo relativo alla sicurezza in Yemen o in Uganda/Rwanda. Non ti ha dato un po' di pensiero al momento della preparazione del viaggio?

danibi
23-08-2007, 10:16:25
Ho letto la breve relazione sul mal di montagna, quale accorgimento pensi di adottare?
preventivo? oppure stai a vedere che succede e come reagisci all'altezza e poi ti regoli di conseguenza?

Mah, per quanto riguarda il tipo di farmaco, sempre che fosse necessario, forse propenderei per quelli prodotti in loco (mi da più affidamento un rimedio studiato da chi meglio conosce il malanno).

Guide:

1) sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla guida LP Yemen, in quanto, contrariamente al solito, smorzava qualsiasi ansia e paura, dando soprattutto risalto alle bellezze del Paese e dichiarando Sana'a una delle capitali più sicure, ho molto apprezzato quel volume.

2) in italiano ho trovato solo la Polaris dedicata all'Uganda, come sai quelle guide si preoccupano principalmente degli itinerari.

In ogni caso non sono ansiosa, non mi fermo alle "raccomandazioni" di Viaggiaresicuri, anzi presto moltissimo ascolto ai viaggiatori che mi hanno preceduta.

Enrica78
23-08-2007, 23:30:48
Se devi prendere alla lettera ciò che ti dice viaggiaresicuri, ti viene voglia di rimanere a casa!!!
Dici sul serio della LP sullo Yemen? non l'avrei mai detto: in genere esagera sempre!

Io pensavo di portarmi dietro il Diamox e di usarlo solo nel caso in cui sul posto mi rendessi conto che le foglie di coca e l'acclimatamento lento, da soli non bastano.
Mi rompe imbottirmi di medicinali a scopo preventivo anche se questo alla fine è un "blando diuretico"....
Comunque il Diamox costa una cavolata: 2,30 € circa a scatola (12 pastiglie).

Il rimedio delle Sorojche Pills, potrebbe essere interessante e probabilmente molto più efficace. Peccato che controllando le controindicazioni ci siamo accorti che Giorgio per dei problemini di salute non può prenderle.

danibi
24-08-2007, 10:28:38
Essere attrezzati in caso di necessità anche secondo me è la scelta giusta, ritengo anch'io eccessivo prendere le pillole quale prevenzione senza neppure sapere come reagisce il fisico all'altitudine, potrebbe anche succedere che uno ha un "fisico bestiale" e sopporta benissimo le quote elevate.

Confermo, la guida EDT Yemen-Oman-Emirati non è per nulla drammatica nei capitoli "sicurezza", anzi è molto incoraggiante ed a ragione (aggiungo io).

Parti il 29 agosto, giusto?

Enrica78
24-08-2007, 11:37:09
Sono in fase di conto alla rovescia! :006: Anche tu non sei messa male, una ventina di gg e poi via.... :022:

danibi
24-08-2007, 12:00:12
Mi autorizzi a inserire la tua data nel calendario partenze di questo topic?
http://www.cisonostato.com/forum_viaggi ... start=1680 (http://www.cisonostato.com/forum_viaggi/viewtopic.php?t=10779&start=1680)

oppure passa tu di persona a "confessarti" :027:

Enrica78
24-08-2007, 12:26:25
Figurati inserisci pure, io neanche lo avevo notato quel topic!

danibi
24-08-2007, 12:38:01
Dai non fare la timida, passa tu a "confessare", tanto di là ci trovi ancora me (vestita da badessa) e diversi altri mattacchioni
è divertente, dai ti aspetto! ;)

Enrica78
24-08-2007, 14:20:53
Stasera ripasso con calma e guardo quello che combinate...
Badessa??? :006:

A dopo