PDA

Visualizza Versione Completa :

Nel ricordo di Fabrizio De Andrè



leander
07-11-2004, 12:01:33
Sabato 20 novembre a Genova c'è la presentazione del libro di dediche a Faber raccolte da Gianni Tassio, il titolare (morto lo scorso giugno) del negozio di dischi in Via del Campo che è anche museo di Fabrizio de Andrè.
Raduno alle 16,30 al negozio, segue concerto gratuito nella vicina Chiesa di San Marcellino con Vittorio De Scalzi (ex New Trolls), Max Manfredi (bravissimo cantautore genovese che fu indicato dallo stesso Fabrizio come suo più probabile erede) e.... gastronomia genovese!
Lo Zio Leandro ci sarà, per chi ne abbia la possibilità consiglio di non mancare!
Consiglio anche questi siti a tutti gli estimatori del grande Fabrizio:
http://www.viadelcampo.com/index.html
http://www.giannitassio-viadelcampo.it/content/html/

http://www.viadelcampo.com/assets/images/museo02_3.JPG

leander
09-11-2004, 18:57:15
Qualche notizia in più per i fans non genovesi di Fabrizio.
Il libro fotografico, di elegante fattura e grande formato 24x30 cm., raccoglie 500 delle 100.000 dediche per Faber lasciate spontaneamente a Gianni Tassio da visitatori di ogni latitudine e estrazione sociale in 12 libroni in pelle dal 1999 ad oggi.
Sarà edito in due versioni, una "normale" e una rilegata e numerata in tiratura di 2000 copie. Le istruzioni per la prenotazione e/o l'acquisto per corrispondenza sono contenute nel citato sito nel negozio-museo di Gianni Tassio.

leander
20-11-2004, 14:07:14
E' arrivato il giorno.
Tra poco esco e comincio ad avvicinarmi al luogo dell'avvenimento. La piazzetta antistante il negozio è minuscola ed è meglio arrivare con un certo anticipo.
Il resoconto stasera!

http://www.viadelcampo.com/assets/images/tassio2.jpg

andy
20-11-2004, 15:00:09
Aspettiamo il racconto!!! ;) ;) ;) ;)

Goditela! :) :) :)

leander
20-11-2004, 23:07:27
Grazie Andy, cominciavo a pensare che non ne fregasse un beato ciufolo a nessuno!
Forse è un fatto generazionale...
E' stato un pomeriggio di grande intensità. Dopo un rinfreschino nella piazzetta davanti al negozio-museo, alle 16,30 è iniziata la manifestazione nella vicina chiesetta di San Marcellino. Si dice sempre che un luogo è stipato, ma in questo caso è vero: fans di Fabrizio da Genova e fuori, collezionisti con pezzi rarissimi, negozianti di Via del Campo, gente comune non esclusi extracomunitari e puttane.
Alternanza di testimonianze vissute e musica.
Tra le prime, quelle di Giorgio Calabrese, che fu, insieme con Giampiero Reverberi, il primo promotore della scuola dei cantautori genovesi (oltre che grande musicologo, critico e paroliere, es. alcune canzoni di Mina); Daniela, la vedova di Gianni Tassio; Roby Carletta, brillante cabarettista dell'area genovese; don Andrea Gallo, il "prete dei vicoli", mantello nero, eterno sigaro toscano in bocca, fondatore della Comunità di San Benedetto al Porto, esilaranti le sue battute, tra cui "sia io che Gianni eravamo due grandi figli di putttana... sì, lo so, siamo in chiesa, ma il Padreterno capisce il senso". Intervento di Santina Barrovecchio, la curatrice del libro, con il racconto dell'idea e poi della sua realizzazione. Lettura, da parte di un'attrice, di alcune tra le più belle dediche tratte dal libro.
La parte musicale, molto coinvolgente, svolta da Max Manfredi, con alcuni pezzi del suo repertorio, tra cui "La fiera della Maddalena", che lo fece conoscere e apprezzare dallo stesso De André. Pezzo forte, l'esibizione di Vittorio De Scalzi, ex New Trolls, ancora splendida voce e grandissima tecnica chitarristica. Esecuzioni memorabili: "Ho veduto", "Vorrei comprare una strada", "Ti ricordi Joe?", "Signore, io sono Irish", tutte dall'album "Senza orario, senza bandiera" del 1968, collaborazione tra Fabrizio e i New Trolls. E poi alcuni brani di Faber: "Bocca di rosa", "La collina", "Un malato di cuore", "Suzanne", "Sinan Capudàn Pascià", "Fiume Sand Creek" (da pelle d'oca), "Creuza de mà".
E alle 19, finito il concerto, al vicino negozio a ritirare la mia copia numerata del libro e, già che c'ero, ne ho comprato un'altra per un'amica toscana che credo apprezzerà...

Dimenticavo una bella citazione di Gianni Tassio dopo la morte di Fabrizio: "Eri tanto grande che la terra non ti bastava più, così hai voluto anche il cielo!"

E io sono felice di poter dire (ma guarda un po'...): Ci Sono Stato!

mark
21-11-2004, 09:49:42
Leander ha scritto:
E alle 19, finito il concerto, al vicino negozio a ritirare la mia copia numerata del libro e, già che c'ero, ne ho comprato un'altra per un'amica toscana che credo apprezzerà...

L'amica toscana apprezzerà di sicuro... anzi, sono certa che non sta più nella pelle!
:022: :022: :022:

leander
21-11-2004, 10:35:46
Leander ha scritto:
E alle 19, finito il concerto, al vicino negozio a ritirare la mia copia numerata del libro e, già che c'ero, ne ho comprato un'altra per un'amica toscana che credo apprezzerà...

L'amica toscana apprezzerà di sicuro... anzi, sono certa che non sta più nella pelle!
:022: :022: :022:

Fra dieci giorni l'ambito volume sarà nel Granducato! :002:

leander
21-11-2004, 10:49:22
Non è escluso che dall'evento venga ricavato un video, vi terrò informati.
Il libro invece sarà presto commercializzato anche al fuori della Repubblica di Genova. Magari non ci sarà un lancio in grande stile, ma cercandolo con un po' di impegno o magari ordinandolo si potrà trovarlo. Vi dico già che è bellissimo!

Intanto, se qualcuno ha voglia di cimentarsi nel genovese-italiano...

CREUZA DE MÄ
(Mulattiera di mare/stradina che delimita due proprietà )

(eu da pronunciare come il francese seul, feu, coeur; la z come in cosa, casa)

Umbre de muri muri de mainé
dunde ne vegnì duve l'è ch'ané
Ombre di facce facce di marinai
da dove venite dov'è che andate

da 'n scitu duve a lûn-a a se mustra nûa
e a neutte a n'à puntou u cutellu ä gua
da un posto dove la luna si mostra nuda
e la notte ci ha puntato il coltello alla gola

e a muntä l'àse gh'é restou Diu
u Diàu l'é in çë e u s'è gh'è faetu u nìu
e a montare l'asino c'è rimasto Dio
il Diavolo è in cielo e ci si è fatto il nido

ne sciurtìmmu da u mä pe sciugà e osse da u Dria
e a funtan-a di cumbi 'nta cä de pria
usciamo dal mare per asciugare le ossa dell'Andrea
alla fontana dei colombi nella casa di pietra

E 'nt'a cä de pria chi ghe saià
int'à cä du Dria che u nu l'è mainà
E nella casa di pietra chi ci sarà
nella casa dell'Andrea che non è marinaio

gente de Lûgan facce da mandillä
quei che du luassu preferiscian l'ä
gente di Lugano facce da tagliaborse
quelli che della spigola preferiscono l'ala

figge de famiggia udù de bun
che ti peu ammiàle senza u gundun
ragazze di famiglia, odore di buono
che puoi guardarle senza preservativo

E a 'ste panse veue cose ghe daià
cose da beive, cose da mangiä
E a queste pance vuote cosa gli darà
cose da bere, cose da mangiare

frittûa de pigneu giancu de Purtufin
çervelle de bae 'nt'u meximu vin
frittura di pesciolini, bianco di Portofino
cervelli di agnello nello stesso vino

lasagne da fiddià ai quattru tucchi
paciûgu in aegruduse de lévre de cuppi
lasagne da tagliare ai quattro sughi
pasticcio in agrodolce di lepre di tegole (gatto)

E 'nt'a barca du vin ghe naveghiemu 'nsc'i scheuggi
emigranti du rìe cu'i cioi 'nt'i euggi
E nella barca del vino ci navigheremo sugli scogli
emigranti della risata con i chiodi negli occhi

finché u matin crescià da puéilu rechéugge
frè di ganeuffeni e dè figge
finché il mattino crescerà da poterlo raccogliere
fratello dei garofani e delle ragazze

bacan d'a corda marsa d'aegua e de sä
che a ne liga e a ne porta 'nte 'na creuza de mä
padrone della corda marcia d'acqua e di sale
che ci lega e ci porta in una mulattiera di mare

http://www.viadelcampo.com/assets/images/1984Creuza1_2.jpg

sangiopanza
21-11-2004, 17:20:48
Troppi che avevano ancora moltissimo da dare se ne sono andati troppo presto. De Andrè, appunto; Rino Gaetano, apprezzato troppo tardi,; Lucio Battisti; Luigi Tenco; Ivan Graziani. E chissà quanti altri.

leander
25-11-2004, 14:41:22
L'aggiornamento promesso: il video quasi certamente sarà fatto prima di Natale. Dovrebbe contenere la manifestazione integrale. L'unica piccola condizione è che il numero di richieste ne giustifichino la fattibilità a prezzo ragionevole, ma non credo che sia un problema...
Aperta la prenotazione stamane. Io sono il secondo della lista. Vi farò sapere ancora. :077:

leander
25-11-2004, 21:43:43
La signora del negozio mi ha assicurato che se il VHS viene fatto riporterà l'intero concerto. E questo è facilmente spiegabile dal fatto che, essendo una produzione amatoriale, non staranno a spendere tempo per fare tagli e montaggi. C'è anche l'esigenza di farla uscire, per ovvie ragioni, in tempo per Natale, presumibilmente verso il 10-15 dicembre.
Il prezzo non sarà inferiore ai 20-25 euro.
I brani sono quelli che ho già detto, oltre l'apertura di Laura Olivari (che negli anni 70 interpretò la sigla - scritta da Faber - del programma TV "I viaggi di Gulliver") con "Vedrai vedrai" e "Un giorno dopo l'altro" di Tenco e "Una lunga storia d'amore" di Paoli. Ad inframmezzare, gli interventi dei personaggi dell'area genovese di cui ho già detto.
Magari ne parliamo sabato a BS.