PDA

Visualizza Versione Completa :

Attentato a Sharm



Kamar
23-07-2005, 09:50:41
Stamani sono stata svegliata dalla telefonata di un amico egiziano che lavora a Sharm, le sue parole sono state " Open TV, watch what happened in Sharm last night, I can't beieve, I'm shocked "...
e cosi' dalla Tv ho potuto vedere che e' stato fatto un attacco all' hotel Gazala Garden e a Old Sharm.....

Sono senza parole, questa gente colpisce ovunque, senza pieta'.
E sempre sono innocenti a pagare, turisti, gente del posto che lavora in questi hotel per 100 euro al mese, sempre innocenti.

Anche stamani sono senza parole per tutto quello che e' successo......come credo che questo possa ripetersi in Egitto visto che il 5 Settembre ci saranno le elezioni presidenziali.......

occhidigatto
23-07-2005, 09:54:41
:015: Non si può + andare in giro, paura.... :015:

Kamar
23-07-2005, 09:57:24
Per la prima volta, pure io sto iniziando a essere preoccupata ad uscire da qua.
Stavo progettando le vacanze in Tunisia ma credo che ora non sia il caso di andare nei paesi arabi......
A parte che non siamo tranquilli neanche qua......

occhidigatto
23-07-2005, 10:07:34
Non si è + sicuri da nessuna parte, forse giusto in casa... dato che non abito in una grande città.
Se abitassi a Milano o Roma avrei paura anche a prendere la metropolitana :021:

Brutta cosa veramente, brutto mondo...

Ho un'amica a Sharm, dovrebbe tornare domani... inizio a preoccuparmi...

trottola
23-07-2005, 11:15:46
La strategia del terrore funziona sempre.
State a casa a farvela nelle mutande ed avrete fatto il gioco di quella manica di fanatici assassini.
Se riesco ad organizzarmi, io ad ottobre a Sharm ci vado.
Non avranno MAI la mia resa.

occhidigatto
23-07-2005, 11:19:00
E' vero Ele, ma siccome quelli sono PAZZI IGNORANTI preferisco salvare la mia pelle :(

Kamar
23-07-2005, 11:30:17
A Ottobre credo chenon sia proprio il caso di andare visto che, lo ripeto, il 7 settembre ci saranno le elezioni presidenziale e se vincera' ancora Mubarak, credo che ne dovremo vedere delle belle ( purtropo ).

Dall'Italia voli charter vuoti diretti a Sharm per riportare a casa gli italiani
Le agenzie propongono mete alternative a chi aveva già prenotato
La Farnesina chiama i tour operator
"Sconsigliate la partenza ai turisti"


ROMA - In molti avevano già deciso di non partire per Sharm el Sheik, dopo che i terroristi hanno colpito nella notte la baia di Na'ama, adesso arriva anche l'indicazione dll'unità di crisi della Farnesina. E' stato il ministero a sconsigliare le agenzie di viaggio e i tour operator dall'inviare turisti nella zona, per cui alcuni voli charter, che sarebbero dovuti partire tra oggi e domani (è nel fine settimana che ci sono in genere le partenze organizzate), sono stati cancellati.

Gli uffici delle principali agenzie di viaggio, fino dall'apertura, alle 9 di questa mattina, sono stati subissati di telefonate di clienti che chiedevano informazioni e che per la maggior parte non volevano più recarsi a Sharm. "Stiamo cercando di coordinarci con le altre compagnie - dice Luigi Martini, direttore vendite di Veratour - ma i voli partiranno vuoti per riportare a casa i turisti che sono a Sharm, poi seguiamo il consiglio della Farnesina e invitiamo i nostri clienti a non andare nella zona, proponendo mete alternative".

Sara Serbeghini, dell'ufficio stampa de "I Viaggi del Ventaglio" conferma che gli aerei viaggeranno vuoti dall'Italia, solo per riportare a casa chi è a Sharm: "Chi sarebbe dovuto partire chiede di cambiare destinazione, stiamo contattando i nostri collaboratori in Egitto per capire quanti hanno chiesto di anticipare il rientro".

Prima che arrivasse l'indicazione della Farnesina la maggior parte dei turisti in partenza con i primi voli del mattino dagli aeroporti italiani avevano già rinunciato alla vacanza. Un volo charter di Blue Panorama, decollato alle 7.05 da Malpensa è tornato indietro su richiesta del tour operator, perché non si poteva garantire la necessaria assistenza ai pochi viaggiatori una volta giunti in aeroporto. Un aereo di Volare Airlines delle 7.40, sempre da Malpensa, è stato cancellato quando già i viaggiatori erano a bordo. I viaggiatori sono stati invitati a raggiungere uno degli alberghi della zona e a restare in attesa di notizie sul volo. A Roma Fiumicino è stato cancellato stamattina il volo dell'Eurofly programmato per le 7.30, mentre quello della compagnia Blu Panorama è partito regolarmente, ma soli cinque passeggeri a bordo.

Per ora i tour operator fronteggiano l'emergenza, collaborano con la Farnesina per fornire elenchi di turisti italiani a Sharm e si occupano dei rientri immediati e delle partenze di oggi e domani. Tuttavia c'è da aspettarsi che nei prossimi giorni molti viaggiatori chiederanno di cambiare destinazione. Dal punto di vista economico e legale il "consiglio" della Farnesina non è vincolante, poiché il ministero non ha vietato le partenze. Il turista che vuole disdire il contratto può appellarsi solo al decreto 111 del 17 marzo 1995, nel quale si dà la possibilità al cliente di disdire se l'organizzatore "ha necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto".

Da www.repubblica.it (http://www.repubblica.it)

Io credo che se la Farnesina e' intervenuta in questo modo, la situazione non sia da prendere alla leggera.

Francois
23-07-2005, 12:27:37
Il discorso del non darla vinta secondo me non è il caso di farla perchè non credo valga la pena di mettere a rischio la propria vita per non dargliela vinta....

chiara292
23-07-2005, 13:06:58
Sposto qui il mio commento:
Boh nn lo so..ma io mi sto veramente cagando in mano.. :-?

yberf
23-07-2005, 13:10:39
"ATTENTATI A LONDRA!!!"
"Attentato a Sharm"
e prima ancora Madrid, Taba, New York e Washington

... mi chiedo solo quanti altri post dovremo aprire come questi prima di poter dire "basta, ora si può stare tranquilli"...

Francois
23-07-2005, 14:08:59
Purtroppo credo che saranno aperti ancora moltissimi post.... e chissà quale città o nazione sarà scritta nei titoli di questi post.... :015:

Nadia84
23-07-2005, 16:58:13
Io dovevo partire a settembre ma non credo di partire più.. Sò che così faccio il loro gioco perchè il loro scopo è metterci paura e terrore e ci stanno riuscendo ma non riesco a fare diversamente.. Non è detto che se hanno già attaccato Sharm, non l'ha debbano più attaccare.. Non è affatto detto .. (vedi Londra) .. Come è possibile che attaccheranno qualsiasi altro paese o meta turistica occidentale.. Io non dico che dobbiamo ridurci tutti a stare rinchiusi in casa ma solo cercare di fare tutto quello che è possibile per salvare la nostra vita e io non vado a rischiare la mia vita a Sharm.. Per cosa poi? PER DIVERTIRMI E RILASSARMI come se nulla fosse successo?? Io non riuscirei mai a divertirmi in un posto dove hanno appena piazzato bombe e sono morte persone.. Poi è destino.. Avete sentito quella ragazza Londinese di 25 anni che è scampata alla stragedia di Londra e che per dimenticare è andata a Sharm per una vacanza? Si è salvata ancora.. E' destino.. Poi non sò.. Cercherò un’altra meta anche se ormai è tutto a rischio.. Magari isole della Spagna o Grecia..

Kamar
23-07-2005, 18:35:52
"ATTENTATI A LONDRA!!!"
"Attentato a Sharm"
e prima ancora Madrid, Taba, New York e Washington

... mi chiedo solo quanti altri post dovremo aprire come questi prima di poter dire "basta, ora si può stare tranquilli"...
Io non lo so ma la situazione ha preso veramente una brutta piega....

ELE
23-07-2005, 21:01:22
Dopo tutto quello che stà accadendo nel mondo...ho quasi paura ad andare a fare la spesa al supermercato!
E' un continuo susseguirsi di eventi molto brutti!ogni giorno ce nè una nuova!
Ai primi di agosto devo partire per formentera e sinceramente la paura è tanta!visto che anche le mete turistiche sono colpite; ma anche stare qui in italia mi fa paura.....ogni luogo è buono x quei.....non so nemmeno come definirli!

Francois
24-07-2005, 08:34:34
Però dai ragazzi, non è il caso di allarmarsi al punto di rinchiudersi in casa, io sono dell'idea che bisogna continuare a viaggiare scegliendo mete alternative in cui ci sia minor rischio di attentati.... perchè andare ora a Londra, New York, Sharm secondo me è da pazzi, ma restare in casa è lo stesso un'altra esagerazione....

giorgessa
24-07-2005, 15:26:41
Io a casa non ci resto, però ora inizio ad avere paura. :015:

Federico
24-07-2005, 18:49:28
Lo sgomento e la preoccupazione per quello che sarà il domani sono i miei primi sentimenti, prima ancora della rabbia e delle scelte estreme, come chiudersi in casa o buttarsi allo sbaraglio nei posti più a rischio. Vedo con piacere che la misura sta ancora una volta prevalendo nel nostro forum, credo che questo sia importante, perchè dimostra come noi ci stiamo prima di tutto chiedendo "perchè?", per fortuna ancora ben lontani dall'odio inter-razziale che vorrebbero infonderci.
Teniamo duro e stiamo insieme!!
[smilie=720.gif]

Ricky
24-07-2005, 21:44:20
Cigo ha scritto: "per fortuna ancora ben lontani dall'odio inter-razziale che vorrebbero infonderci".

E' chiaro che la mira è quella, arrivare allo scontro di civiltà, allo scontro razziale, allo scontro di religioni: non a caso gli accenni ai "crociati" negli ultimi messaggi si sono fatti semprepiù frequenti.
Il mondo occidentale può essere accusato di qualsiasi nefandezza ed è giusto che faccia un'enorme autocritica; penso tuttavia che una prova di grandissima civiltà sarebbe quella di non cadere in una trappola come questa, che sarebbe una sorta di punto di non-ritorno.

trottola
25-07-2005, 07:27:34
Ai primi di agosto devo partire per formentera e sinceramente la paura è tanta!visto che anche le mete turistiche sono colpite; ma anche stare qui in italia mi fa paura.....ogni luogo è buono x quei.....non so nemmeno come definirli!

è un discorso che ho sentito ripetere fino alla noia da amici, parenti & affini.
cerchiamo di non farci prendere dal panico e di ricordarci che non potremo mai prevedere l'ora della nostra morte.
l'unica soluzione è chiudere gli occhi e dirci AVANTI.

continuiamo a vivere .........però, sono d'accordo con Fransuà quando dice che è meglio per ora evitare mete "calde" come Londra e Sharm.
non credo a chi dice "ora é il posto + sicuro". guardate Londra.

per questione di rispetto e di sicurezza personale, cambio meta ad ottobre (sperando di andare in vacanza) e mi sto programmando Praga.
Cosa faccio? Vado a Sharm? E poi vado a Naama ed appena scesa dal taxi mi giro e vedo il Naama Center distrutto? Ed il bazar di Old Market?
E camminare là sapendo quante persone un paio di mesi prima hanno perso la vita durante le loro tanto agognate vacanze?

Ieri ho sentito al telefono un mio amico egiziano e mi ha assolutamente sconsigliato di partire, anche se devo farlo fra quasi 3 mesi.
"é troppo pericoloso. non ne vale la pena".

ciao a tutti.

Francois
25-07-2005, 08:40:11
Trottola sicuramente la scelta di Praga in luogo di Sharm è ottima, se vuoi posso consigliarti ampliamente su hotel, e posti d'interesse. C'è anche il mio diario di viaggio che parla di Praga, se vuoi ti metto il link... ;)

Ricky
25-07-2005, 09:44:09
Ok Francois, capisco tutto, capisco l'entusiasmo nel fornire consigli: qui purtroppo, però, si sta discutendo di un problema MOLTO più grande, che va ben oltre il "cambiare destinazione" e fare una scelta turistica piuttosto che un'altra.
Si sta discutendo di una parolina di sette lettere, l'ultima accentata: si chiama libertà, ed è quella che, negli ultimi giorni, ci sta scappando di mano.

BEA
25-07-2005, 10:12:00
Per il momento non riesco a pensare ad ANDREI o non ANDREI, forse perchè non era nei miei programmi.
Al di là del dolore per i turisti che sono rimaste vittime degli attentati, che tanto mi fanno immedesimare in loro, il mio pensiero va ad alcune persone che ci tengo a ricordare con voi:
il simpatico egiziano che tante sere mi ha tenuta seduta nel suo negozietto a chiacchierare, tanto che alla fine HO DOVUTO comprargli un'ampolla di olio che tutti i giorni mi guarda intoccata dal mobiletto del bagno. (Naama Center)
un gruppo di negozianti di Old Sharm, che mi hanno soccorsa ed aiutata quando una indigesta lasagna mangiata nel mio hotel aveva pensato di rifarsi viva... Con quanta solerzia mi sono stati vicini e con quanta simpatia mi hanno accolto nei giorni seguenti, prendendomi in giro e offrendomi da bere...
Persone senza nome, per me, e ormai anche il loro volto si confonde tra le tante persone gentili e simpatiche incontrate in tanti viaggi; persone che hanno interessato, in fondo, solo qualche ora della mia vita e pure mi sono rimaste così impresse: da sabato vivo l'angoscia di non poter nemmeno sapere che ne è stato di loro.

labiondasub
25-07-2005, 10:30:05
Quest'anno è il primo anno che non ho potuto andare a Sharm e quello che è accaduto è come fosse accaduto nella mia città perchè considero il Mar Rosso un bel pò casa mia. Adoro quei colori, adoro i profumi e gli odori e il mare e l'incrocio di persone che si incontrano.
Lo amo nel bene e nel male e sinceramente se avessi prenotato non avrei avuto nemmeno un attimo di indecisione e sarei partita.
Nella mia vita ho dovuto affrontare troppi dolori dovuti alla banalità che questo vivere ti propina ogni giorno e non ci penso proprio di dargliela vinta a questi bastardi.
Voglio essere io a scegliere se e quando tornare a Sharm.
Con tutto il dolore e la rabbia che provo in questi momenti ma la mia anima e il mio cuore sono là.

Francois
25-07-2005, 12:16:29
Ok Francois, capisco tutto, capisco l'entusiasmo nel fornire consigli: qui purtroppo, però, si sta discutendo di un problema MOLTO più grande, che va ben oltre il "cambiare destinazione" e fare una scelta turistica piuttosto che un'altra.
Si sta discutendo di una parolina di sette lettere, l'ultima accentata: si chiama libertà, ed è quella che, negli ultimi giorni, ci sta scappando di mano.

Bè Ricky è chiaro che questi attentati ci impediscono di essere davvero liberi ma purtroppo non ci possiamo far nulla noi, dobbiamo solo cercare di evitare la morte scegliendo luoghi più sicuri.

trottola
25-07-2005, 12:16:35
Trottola sicuramente la scelta di Praga in luogo di Sharm è ottima, se vuoi posso consigliarti ampliamente su hotel, e posti d'interesse. C'è anche il mio diario di viaggio che parla di Praga, se vuoi ti metto il link... ;)

ci sentiamo in MP, siamo già O.T.
Ciao Francesco

Francois
25-07-2005, 12:17:15
Ok Trottola aspetto tuoi messaggi ;)

trottola
25-07-2005, 12:21:43
qui purtroppo, però, si sta discutendo di un problema MOLTO più grande, che va ben oltre il "cambiare destinazione" e fare una scelta turistica piuttosto che un'altra.
Si sta discutendo di una parolina di sette lettere, l'ultima accentata: si chiama libertà, ed è quella che, negli ultimi giorni, ci sta scappando di mano.

certamente, io ho solo risposto a quello che aveva scritto ELE.
utopicamente parlando, forse risolvendo o arginando in parte il conflitto arabo-israreliano, le cose potrebbero sistemarsi.

BEA
25-07-2005, 12:25:00
In tanta desolazione, sono contenta di aver saputo che le persone di cui ho parlato nel mio intevento precedente sono vive e stanno bene. Negozi distrutti e tanto spavento: la bomba gli è esplosa proprio davanti...

Francois
25-07-2005, 12:27:25
Bea senza dubbio è una cosa che fa piacere questa ;)

dekotto
25-07-2005, 16:56:24
Per richiedere informazioni circa l'estensione del rimborso totale delle spese per i viaggi prenotati per agosto 2005 a Sharm El Sheikh contattate la Farnesina al seguente indirizzo mail:

relazioni.pubblico@esteri.it

Spero di essere stata utile
Grazie saluti

ELE
25-07-2005, 17:47:02
è un discorso che ho sentito ripetere fino alla noia da amici, parenti & affini.
cerchiamo di non farci prendere dal panico e di ricordarci che non potremo mai prevedere l'ora della nostra morte.
l'unica soluzione è chiudere gli occhi e dirci AVANTI.

continuiamo a vivere .........però, sono d'accordo con Fransuà quando dice che è meglio per ora evitare mete "calde" come Londra e Sharm.
non credo a chi dice "ora é il posto + sicuro". guardate Londra.

per questione di rispetto e di sicurezza personale, cambio meta ad ottobre (sperando di andare in vacanza) e mi sto programmando Praga.
Cosa faccio? Vado a Sharm? E poi vado a Naama ed appena scesa dal taxi mi giro e vedo il Naama Center distrutto? Ed il bazar di Old Market?
E camminare là sapendo quante persone un paio di mesi prima hanno perso la vita durante le loro tanto agognate vacanze?

Ieri ho sentito al telefono un mio amico egiziano e mi ha assolutamente sconsigliato di partire, anche se devo farlo fra quasi 3 mesi.
"é troppo pericoloso. non ne vale la pena".

ciao a tutti.[/quote]

Li hai sentiti ripetere fino alla noia questi discorsi x' forse qualcosa nel mondo non stà girando per il verso giusto!Poi dici che non bisogna scegliere mete troppo "calde"!e come si fa...se da ogni parte c'è gente?
Vedo che comunque hai cambiato meta pure tu!
Indubbiamente bisogna andare avanti....ma la paura in questi momenti è lecito averla....sicuramente non bisogna essere orgogliosi e vantarsi di andare in un posto dove si sà che è morta tanta gente e che potrebbe riaccadere da un momento all' altro a qualsiasi persona (vedi un tuo messaggio precedente a questo che ci volevi andare a tutti i costi a Sharm ).

Ele

Francois
26-07-2005, 08:58:53
Ele i terroristi non colpiscono mete dove c'è gente colpiscono mete che appartengono politicamente a nazioni che collaborano strettamente con gli USA....

trottola
26-07-2005, 09:49:38
E' tristemente vero ciò che dice Francesco.
Anche se l'attentato di Sharm aveva come obiettivo sia noi italiani che gli egiziani ; l'Egitto, paese arabo "moderato", ha preso parte come intermediario nella delicata situazione arabo-israeliana.
Ed al Movenpick erano stati ospitati vari vertici proprio con l'intermediazione del presidente Moubarack (spero di averlo scritto bene :020: ).

E noi siamo i leccapiedi degli USA. :015:
Quindi possibili prede.
Bella roba.

Ricky
26-07-2005, 09:51:09
...tipo Bali o la Turchia, o il Marocco?
Colpiscono e basta, dove magari ci sono interessi occidentali, questo sì, o perlomeno con maggior frequenza.

trottola
26-07-2005, 10:00:37
...tipo Bali o la Turchia, o il Marocco?
Colpiscono e basta, dove magari ci sono interessi occidentali, questo sì, o perlomeno con maggior frequenza.

di solito é cosi che si svolgono le cose.
dovremmo prendere esempio dalla Spagna, che ha ritirato le truppe pochissimo tempo dopo la elezione del primo ministro Zapatero.
che evidentemente ha + a cuore la pelle della sua gente, che la succulenta fetta della torta post-guerra irachena (con pozzi di petrolio come ingrediente principale).

BEA
26-07-2005, 10:11:05
A me dispiacerebbe vedere "mollare" nelle grane il popolo iracheno. Alle bombe che falcidia centinaia di civili a settimana non ci pensa nessuno? E' diventata una cosa così abituale, una delle varie notizie del tg, che non ci facciamo più caso? Li lasciamo in balia della guerra "incivile" con buone possibilità di ritrovarci dei nuovi "talebani" con il potere in mano?
Per me la guerra non doveva essere fatta, ma vista l'attuale situazione penso che l'aiuto degli italiani non sia da sottovalutare. Zapatero ha fatto solo una mossa politica. Degli iracheni che quotidianamente cercano di andare a lavorare e tirare su i figli, e sperano in una vita possibile non gliene è fregato nulla... non mi sembra sia stato un buon esempio. Se ne è lavato le mani: i moderati iracheni (e ce ne sono tanti) degli italiani si ricorderanno sempre per l'aiuto dato ai loro bambini, agli ospedali e ai medici messi a loro disposizione, e forse un giorno qualcuno di loro ci penserà su prima di farsi saltare per aria in un nostro centro commerciale. Il dialogo deve iniziare con un aiuto concreto.

trottola
26-07-2005, 10:20:37
A me dispiacerebbe vedere "mollare" nelle grane il popolo iracheno. Alle bombe che falcidia centinaia di civili a settimana non ci pensa nessuno?

Zapatero ha fatto solo una mossa politica.

Sono d'accordo con entrambe queste due tue affermazioni.
La scorsa settimana in Iraq sono morti quei poveri bambini mentre aspettavano la cioccolata dagli americani.
Se ne é parlato per quanto? Un giorno?


E' verissimo Bea, che Zapatero ha fatto una mossa politica, però é stata una mossa davvero ben fatta!!!
E cosi ha, diciamo, una chance in + di non farsi cascare una bomba fra i piedi un'altra volta!!
11 marzo 2003 Madrid- Estaciòn de Atocha : 192 morti.

Francois
26-07-2005, 15:35:17
Io politicamente mi sono sempre definito un uomo senza schieramento. Su alcuni punti sono d'accordo con rifondazione, su altri con AN, su altri ancora con i DS ecc.... insomma non riesco ad identificarmi in un partito però credo che il ritiro delle truppe sia una cosa che ci salverebbe soprattutto se abbinato alla sospensione di Schengen. Purtroppo chi ci governa non ha intenzione di procedere nè per una nè per l'altra cosa e dunque credo che ormai c'è solo da tenersi pronti circa gli attenati in Turchia è chiaro, anche i turchi ormai cercano di distaccarsi dal mondo arabo per passare alla UE e dunque i fondamentalisti la vogliono colpire.

BEA
26-07-2005, 15:50:14
Forse, e dico forse, ci salverebbe, ma a costo di quante vite?
Io non sono soddisfatta al pensiero che però, "almeno, non sarebbero italiani"...
E' vero che Ponzio Pilato era un nostro antenato, ma vogliamo proprio essere come lui?

Francois
26-07-2005, 15:52:46
Bea ma credi davvero che gli italiani che sono in Iraq stiano risolvendo qualcosa? :-?

BEA
26-07-2005, 15:54:43
Bea ma credi davvero che gli italiani che sono in Iraq stiano risolvendo qualcosa? :-?

Risolvendo è una parola grossa e utopica, in qs momento.
Aiutando, sì.
Come è stato tante volte in passato.

Francois
26-07-2005, 15:59:05
Bea, è vero stanno aiutando ma quelle son situazioni irrisolvibili. Sai che ci sono ancora alcuni soldati italiani in Somalia? Ormai non se ne parla più ma alcuni sono ancora lì e non mi pare che in così tanti anni (laggiù c'è gente da oltre 10 anni) si sia fatto nulla. E anche in Iraq sarà così non si risolverà mai nulla e allora ne vale davvero la pena?

trottola
26-07-2005, 16:14:35
Forse, e dico forse, ci salverebbe, ma a costo di quante vite?
Io non sono soddisfatta al pensiero che però, "almeno, non sarebbero italiani"...
E' vero che Ponzio Pilato era un nostro antenato, ma vogliamo proprio essere come lui?

non sono soddisfatta nemmeno io Bea, a questo pensiero, però sarebbero sempre TANTE vite risparmiate o (FORSE) fuori pericolo.
e poi in italia non vivono mica solo gli italiani,no? :)
a londra non sono morti solo inglesi : a sharm ed a madrid nemmeno.
:(

BEA
26-07-2005, 16:17:58
Che siano situazioni pressochè irrisolvibili, è evidente, vista la gravità delle condizioni di certi paesi. Ma che non serva a niente, esserci, non credo: il loro aiuto lo danno. Per aiutare, bisogna che ci sia un minimo di ordine: evidentemente queste popolazioni non sono in grado di gestirlo. Risolviamo con le associazioni umanitarie? ci vuole la forza per permettere a questi di operare tranquillamente. Sai che vantaggio si ha se un bambino viene operato in un ospedale da campo italiano e mentre torna a casa viene colpito dal proiettile di qualche banda di... briganti, ladri , fanatici, fondamentalisti: le categorie sono infinite.
E il fatto che gli italiani si trovino in certi paesi "senza importanza" conferma l'idea che noi non siamo là, ovunque sia il là, per spartirci il bottino.
Sono abbastanza obiettiva da notare che forse sono una povera illusa e idealista. :016:

trottola
26-07-2005, 16:25:47
E il fatto che gli italiani si trovino in certi paesi "senza importanza" conferma l'idea che noi non siamo là, ovunque sia il là, per spartirci il bottino.
Sono abbastanza obiettiva da notare che forse sono una povera illusa e idealista. :016:

io invece mi sento a volte parecchio cinica e credo che se il Berlusca abbia partecipato a sta guerra dei miei stivali, il motivo non era sicuramente quello di restituire la libertà agli iracheni e curare i bambini o altri scopi benefici.
qui é tutto un magna magna.
spero però , che tu abbia ragione .

BEA
26-07-2005, 16:30:18
Trattandosi dell'Irak, il dubbio è legittimo, ma io mi riferivo a Somalia, Kosovo, Macedonia, e paesi vari di cui ormai ho perso conto e memoria...

Francois
26-07-2005, 16:33:40
Ma dico io.. se lo scopo è aiutare le popolazioni di quei posti lì perchè si mandano soldati? Non sarebbe meglio mandare medici e strumenti.... i soldati non sono del tutto adatti ad aiutare....la verità è quella che dice Trottola... il petrolio è l'oggetto del desiderio...

BEA
26-07-2005, 16:38:14
Possiamo mandare ancora le due Simone, con altre ancora... poi, senza un servizio di polizia vediamo cosa possono fare, Francois.
Scusate, non posso continuare qs discussione oltre, ma solo per motivi d'ufficio :)

Francois
26-07-2005, 16:47:59
Come vuoi Bea, comunque se ci fossero solo del due Simone non sarebbero state rapite perchè intanto le rapiscono in quanto ci sono anche i soldati. ;)

BEA
26-07-2005, 16:53:24
Solo un'ultima cosa che mi frullava in testa e ho dimenticato di scrivere prima:
non dubito che Berlusca o chi per lui abbia interessi, propri e per la azienda Italia, per intervenire in questi paesi. Magari in Somalia è per favorire il fiorente mercato delle armi di cui l'Italia è sempre stata grande produttrice.
Io parlo degli uomini che sono là, sul campo, i nostri soldati, i nostri carabinieri, anche loro con lo scopo recondito di pagarsi il mutuo in 20 anni invece che in 30, ma che sono dei grandi, che fanno il loro mestiere con il cuore e che il loro aiuto pratico lo danno veramente. Per me bisogna lasciargli fare il loro lavoro. Con la speranza che sia necessario per il minor tempo possibile.

(oggi mi licenziano!)

trottola
26-07-2005, 17:40:19
In Somalia alcuni (credo tanti) ns soldati hanno stuprato e seviziato.
Bella missione di pace, davvero. :015:

E' vero che i caramba di missione e gli altri corpi militari prendono una marea di soldi..sapevo di € 8.000,00 al mese. :013:

Francois
27-07-2005, 08:37:09
Chiaramente Bea siamo di due idee opposte... comunque speriamo bene, perchè Berlusconi non ha intenzione di mettere un punto al lecchinaggio agli USA e dunque chissà che fine faremo.....

trottola
27-07-2005, 09:47:01
da www.elpais.es (http://www.elpais.es)
misure preventive anti-terrorismo all' ALHAMBRA di Granada.

Ci devo andare l'11 agosto, speriamo bene.

Los cerca de dos millones de turistas que visitan cada año la Alhambra tendrán que atravesar arcos detectores de metales para acceder al monumento, según anunció ayer la directora del patronato que lo gestiona, Mar Villafranca. Los nuevos aparatos de seguridad se instalarán como medida preventiva contra posibles ataques terroristas. El conjunto monumental ya sufrió un atentado de ETA en julio de 1996.

El patronato estudia cómo mejorar su seguridad afectando lo menos posible a la fluidez de la visita pública al monumento. El objetivo es, según Villafranca, estudiar la ubicación de los arcos para evitar los embotellamientos en la entrada que podrían generar. El patronato sopesa también prohibir taxativamente la entrada a los palacios con mochilas. Hasta ahora, sólo las de mayor tamaño se dejaban obligatoriamente en consigna.

La Alhambra cuenta con un dispositivo especial de seguridad desde los atentados de hace ocho años que se basa principalmente en la coordinación con el Cuerpo Nacional de Policía y la Guardia Civil. Los visitantes deben pasar sus bultos por un escáner.

Francois
27-07-2005, 12:27:55
Ma si Trottola, andrà tutto bene, vacci senza pensarci troppo se no rischi di rovinarti solo la vacanza... ;)

trottola
27-07-2005, 12:54:05
Ma si Trottola, andrà tutto bene, vacci senza pensarci troppo se no rischi di rovinarti solo la vacanza... ;)

devo ammettere che quando ho letto la notizia, ho stretto un pò le chiappe. :(
però é ovvio che queste vacanze sono velate di un pò di tristezza.
ciao francesco :)

Francois
27-07-2005, 15:25:50
Ma certo però evita di pensarci... tanto pensarci non cambia nulla effettivamente.... ti impedirebbe solo di divertirti a pieno....

BEA
28-07-2005, 10:07:50
Scusate se ho abbandonato la discussione, che per me è molto significativa, ma in questi giorni non posso proprio collegarmi a sufficienza per reggere un tema così delicato. Ovviamente avrei qualcosa da dire ;) , ma sono costretta a rimandare a ... dopo Cuba.
Ne approfitto per augurare a tutti delle quanto meno serene vacanze o permanenze :)

trottola
28-07-2005, 11:12:14
Non scusarti, per quanto breve il piccolo "dibattito" é stato costruttivo.
buone vacanze BEA e beata te che hai finito. :)

per tornare in topic, le notizie da Sharm si fanno sempre + tragiche.
ho quasi la nausea dei tg , specialmente Studio Aperto che sta davvero esagerando.