PDA

Visualizza Versione Completa :

Tour della Castiglia



vale_1606
24-04-2012, 18:53:16
Ciao a tutti,

è un pò che non intervengo su questo forum che in passato mi ha vista piuttosto attiva, ma gli impegni lavorativi lasciano sempre meno tempo al forum e, purtroppo, anche alle vacanze.

Quest'anno però sono riuscita a ritagliarmi una settimana primaverile e ho optato per un tour della Castiglia (Madrid l'ho già visitata).

Non mi sembra di aver visto top specifici su questa Regione perciò chiedo scusa se ho violato qualche regola del forum di cui non ho più fresca memoria (eh.. l'età!!! :015: ).

L'itinerario sarebbe questo (ho prenotato con largo anticipo voli, hotel e auto):

-Sabato 5 maggio, ore 12,30: Arrivo a Madrid e ritiro dell'auto a noleggio. Partenza per Segovia con sosta intermedia per visitare El Escorial. Arrivo a Segovia, e pernottamento.
-Domenica 6 maggio: visita di Segovia e, se c’è tempo, della Granja di San Ildefonso e i suoi giardini. Pernottamento
-Lunedì 7 maggio: partenza e, sul percorso, visita del Castillo di Coca. Arrivo a Salamanca e pernottamento
-Martedì 8 maggio: visita di Salamanca; pernottamento
-Mercoledì 9 maggio: partenza per Avila e visita della città. Pernottamento
-Giovedì 10 maggio: partenza da Toledo e, tempo permettendo, veloce sosta a Madrid. In serata proseguimento per Almonacid de Toledo (pernottamento).
-Venerdì 11 maggio: visita a Toledo. In serata ritorno a Almonacid de Toledo
-Sabato 12 maggio: Consuegra e visita ai mulini a vento; partenza per Madrid e ritorno in Italia.

Consigli per ottimizzare le tappe (tenendo fissi i pernottamenti)? Ho saltato qualcosa che merita e che potrei far rientrare durante i trasferimenti da una città all’altra?


Grazie a chi mi darà utili consigli.

leander
24-04-2012, 19:17:34
Ciao Vale, e innanzitutto bentornata! :077:
Ho fatto un giro di Castiglia e Mancha "alcuni" anni fa, strutturato diversamente dal tuo in quanto usammo il treno, quindi mancano alcuni luoghi lungo la via. Manca pure Salamanca, che so essere una bellissima città, oltre che - a quanto si dice - la città in cui si parla lo spagnolo più puro.
Riguardo Avila, Escorial, Segovia e Toledo, puoi leggere il resoconto che ne feci: https://www.cisonostato.it/spagna/0/3,19 ... 511/1.html (https://www.cisonostato.it/spagna/0/3,19,0/viaggi/spagna-castiglia-e-mancha/511/1.html)
Come detto, è parecchio datato ma tuttora sostanzialmente valido per quanto riguarda le cose da vedere che sono davvero parecchie.
Una cosa che trovo corretta nel tuo programma è avere evitato, come molti fanno, di fare base a Madrid con "puntate" giornaliere vai-e-vieni a Segovia, Avila e Toledo reputandole città da gita in giornata: cosa errata, sono bellissime città d'arte che meritano visite approfondite: a Toledo in particolare noi dedicammo tre giorni, non a caso l'intera città è Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

valya
24-04-2012, 22:04:52
BRAVA VALE....vai e poi torna a dirmi tutto! è un po' che mi frulla in testa proprio il tuo stesso giro! :077:
io sono andata solo a Toledo (oltre Madrid), se vuoi per Toledo sbircia il mio diario.
Per le altre mete ... ho tanta curiosità! Avila dalle foto mi pare un posto meraviglioso! :069:

Se riesci poi dimmi/cci gli alloggi che avrai scelto e tutto il resto!

Gracias !

vale_1606
24-04-2012, 23:22:26
@ Leandro: sono felice anch'io ogni volta che posso ritagliarmi un pò di tempo da passare con voi.

E ti pare che non mi sono letta il tuo diario di viaggio? E' la prima cosa che faccio ogni volta che mi appresto a organizzare un viaggio "fai da te": andare a vedere se Leandro ha pubblicato qualcosa sull'argomento e 9 volte su 10... lo trovo! :077:

@ Valya: ho prenotato gli hotel tramite il sito Venere, dopo aver letto decine di recensioni su vari siti specializzati.

La scelta è caduta sui seguenti:

Segovia: Eurostars Plaza Acueducto (2 notti 143 euro la doppia senza colazione)
http://www.eurostarsplazaacueducto.com/IT/hotel.html

Salamanca: Hotel Puente Romano de Salamanca (2 notti 120 euro la doppia senza colazione)
http://www.hotelpuenteromanodesalamanca.com/hotel.php

Avila: Hotel Puerta de la Santa (1 notte 55 euro la doppia senza colazione)
http://hotelpuertadelasanta.com/

Toledo: Hotel Villa Nazules (loc. Nambroca) (2 notti 217 euro la doppia senza colazione)
http://www.villanazules.com/hotel.php?id=46&L=en

Noleggio auto 7gg con Europcar (tramite sito easyjet): 143 euro
Volo easyjet da Milano Malpensa per/da Madrid: 2 persone + 1 bagaglio da stiva: 170 euro

Ovviamente avrete ampio resoconto al mio ritorno. :077:

valya
25-04-2012, 00:50:35
grazie mille !!!

vale_1606
04-05-2012, 16:31:30
Evvaiiii domattina si parte!!!

Le previsioni non sono esaltanti (variabile con temperature massime tra 12°, nei primi 3 o 4 gg, e 21° da mercoledì in poi) ma non vedo l'ora.:077:

vale_1606
13-05-2012, 15:23:14
Sono tornataaaaaa!

Viaggio bellissimo! Grazie a tutti coloro (Leandro in primis) che con le loro preziosissime indicazioni mi hanno permesso di vedere cose interessantissime :)

A breve foto e racconto.

leander
13-05-2012, 16:30:55
Grazie a tutti coloro (Leandro in primis) che con le loro preziosissime indicazioni mi hanno permesso di vedere cose interessantissime
Grazie a te, non avevo dubbi.
Bentornata! :077:

valya
13-05-2012, 18:43:53
io mi siedo qui e attendo ... [smilie=680.gif]


( e nel frattempo linko qui il topic in cui si parlava di segovia avila e toledo: viewtopic.php?f=16&t=14338&hilit=segovia (https://www.cisonostato.it/forum_viaggi/viewtopic.php?f=16&t=14338&hilit=segovia) )

vale_1606
21-05-2012, 22:10:12
Eccoci qui, siete pronti?

Si parteeeeeeeeee!!!!! :077:

Sono le 13,30 di sabato 5 maggio, quando, dopo aver ritirato la Opel Corsa prenotata tramite Europcar, ci districhiamo nel complesso sistema di svincoli che dall'aeroporto di Barajas ci immette sulla autovia A6 in direzione Coruña.
il tempo è nuvoloso e tale resterà, seppur con brevi interruzioni, per i prossimi tre giorni, con temperature che ci faranno apprezzare la scelta di aver portato con noi dei giubbetti più pesanti di quanto inizialmente preventivato.
Siamo diretti alla prima tappa del nostro viaggio, l’Escorial, distante una settantina di km da Madrid, che raggiungiamo in poco meno di un’ora, senza contare la sosta veloce per il pranzo in un McDonald lungo la strada.

Ecco cosa si presenta ai nostri occhi:

http://i46.tinypic.com/5d6r7.jpg

Un intervallo soleggiato allieta fortunatamente il nostro girovagare tra le siepi a labirinto, consentendoci di scattare bellissime foto con squarci di cielo blu a fare da sfondo.

http://i50.tinypic.com/2djyws6.jpg

http://i50.tinypic.com/jhr09d.jpg

http://i47.tinypic.com/11j921i.jpg

http://i48.tinypic.com/1z4al2r.jpg

http://i50.tinypic.com/oe0eu.jpg

leander
21-05-2012, 22:23:29
Vale, per favore niente foto Imageshack!
Oltre che molto "pesanti", possono essere pericolose per la navigazione. Ecco il motivo: viewtopic.php?f=23&t=9683 (https://www.cisonostato.it/forum_viaggi/viewtopic.php?f=23&t=9683)
Puoi farci la cortesia di cancellarle e utilizzare un altro sito di appoggio? vanno bene Picasa, Flickr, Photobucket, tinypic... ma assolutamente no imageshack.
Grazie per la collaborazione! :077:

vale_1606
21-05-2012, 22:24:30
scusa Leandro non ricordavo. Provvedo subito!

leander
21-05-2012, 22:27:52
scusa Leandro non ricordavo. Provvedo subito!
:077: :077:

vale_1606
21-05-2012, 22:47:02
Ci dirigiamo verso Segovia, dove abbiamo prenotato una stanza per due notti all’Hotel Eurostar Plaza Acqueducto, situato in prossimità del celebre acquedotto romano che costituisce il limitare meridionale del centro storico.
La vista dell’acquedotto che si presenta dietro una curva della strada d’accesso è da togliere il fiato: ancora più imponente di come ce lo aspettavamo e veramente a pochi passi dall’hotel.

http://i49.tinypic.com/5p1pjd.jpg

http://i50.tinypic.com/2s9f53c.jpg

Nel tondo la finestra della nostra camera:
http://i48.tinypic.com/20t5wgi.jpg

Questo tratto di acquedotto di epoca romana, costruito con blocchi di granito assemblati a secco e originariamente lungo più di 15 km, si presenta perfettamente conservato, con due ordini sovrapposti di arcate che, a seconda dell’inclinazione dei raggi del sole, proiettano ombre più o meno lunghe e suggestive sul selciato.

http://i50.tinypic.com/2hqazq1.jpg

valya
21-05-2012, 22:49:05
mi piace già tutto!!! :069:

soprattutto qs foto
http://i50.tinypic.com/2s9f53c.jpg

e che dire della posizione dell'hotel... :077:

vale_1606
21-05-2012, 22:57:31
Oltre all’acquedotto ci colpiscono il colore dorato delle costruzioni, prima fra tutte la maestosa cattedrale, e la tecnica decorativa delle facciate di molti palazzi, con elementi a rilievo che ricordano dei pizzi, in diverse geometrie e colori, prevalentemente nei toni del beige, dell’ocra e del nocciola. La parte superiore di molte facciate è realizzata in mattoni a vista.

http://i46.tinypic.com/35irjix.jpg

http://i45.tinypic.com/20kd75v.jpg

http://i47.tinypic.com/9kryug.jpg


Attraversiamo tutto il centro storico fino a raggiungere l’Alcazar, una fortezza che ricorda un po’ i castelli della Baviera, con le sue torri dai tetti appuntiti e la facciata adornata con un suo particolare motivo a pizzo. Il sole purtroppo ci ha abbandonati e la maestosità dell’Alcazar non si esprime nella sua massima potenzialità. Ci torneremo in ogni caso il giorno seguente, per visitarlo a dovere.

http://i48.tinypic.com/wisits.jpg

vale_1606
21-05-2012, 23:08:51
Il primo vero contatto con la cucina spagnola avviene per noi alla Meson La Cueva de San Esteban (http://www.lacuevadesanesteban.com/), in Calle Valdelaguila 15, uno stretto vicolo che costeggia il palazzo episcopale, individuato grazie a recensioni favorevoli sul web.
Una generosa porzione di pulpo alla gallega e una del tipico e onnipresente cochinillo asado (maialino da latte allo spiedo), annaffiati da due birre alla spina e seguiti da due coppe di natilla, una sorta di crema pasticcera alla cannella, ci costeranno 25€ a testa (di sicuro non tra le cene più economiche che faremo in Spagna ma non lontana dal costo di una cena per due in una qualsiasi pizzeria di Milano)

http://i48.tinypic.com/nvcug7.jpg

http://i49.tinypic.com/2iieqs2.jpg

vale_1606
21-05-2012, 23:10:24
Al calare della sera Segovia ci regala le prime di tante emozionanti vedute notturne delle città che visiteremo nel corso del nostro itinerario in Castiglia.

http://i48.tinypic.com/2504e8m.jpg

http://i47.tinypic.com/m8cuf4.jpg

http://i50.tinypic.com/im2fbt.jpg

http://i45.tinypic.com/98wyzk.jpg

Andiamo a nanna stanchi, chiudendo gli occhi su questa, tra le tante immagini indimenticabili della giornata.

http://i48.tinypic.com/2eg88pf.jpg

valya
21-05-2012, 23:25:33
segnati mi raccomando il numero della stanza ;-)
segovia mi ha conquistata! :069:

vale_1606
21-05-2012, 23:30:42
segnati mi raccomando il numero della stanza ;-)

Era la numero 104 ma non preoccuparti, quasi tutte le stanze hanno vista sull'acquedotto :077:


segovia mi ha conquistata! :069:

Aspetta il resto!!!

Per ora buonanotte.. e sogni d'oro :079:

vale_1606
23-05-2012, 23:30:28
Domenica 6 maggio.

L’indomani, dopo una discreta colazione alla pasticceria/caffetteria Limon y Menta iniziamo la dettagliata visita di Segovia.
L’interno della cattedrale, che risale al XVI secolo e rappresenta una delle ultime cattedrali gotiche edificate in Europa, si caratterizza per lo slancio delle navate, caratteristica costante in tutte le cattedrali che visiteremo,

http://i49.tinypic.com/2psh8uq.jpg

http://i46.tinypic.com/2s5y9he.jpg

vale_1606
23-05-2012, 23:34:27
Dopo la cattedrale è la volta della visita all’Alcazar i cui saloni, prima fra tutti la sala del trono, ci rivelano impressionanti soffitti a cassettoni variamente decorati.

http://i45.tinypic.com/vo0ifr.jpg

http://i46.tinypic.com/a3o9pe.jpg

http://i48.tinypic.com/ao0wa9.jpg

Dalla sommità del torrione centrale si gode di una spettacolare vista su Segovia e sui nidi realizzati dalle cicogne sulla cima degli alberi nei giardini antistanti la fortezza

http://i49.tinypic.com/161m04l.jpg

http://i49.tinypic.com/2ed02a1.jpg

http://i50.tinypic.com/161dezb.jpg

valya
23-05-2012, 23:37:19
Segovia mi avrà! :077:

vale_1606
23-05-2012, 23:45:01
Subito dopo pranzo partiamo alla volta della Granya de San Ildefonso, sito Reale risalente alla prima metà del 1700 che si trova a 11 km da Segovia.

http://i50.tinypic.com/281fukh.jpg

Gli interni sono indubbiamente interessanti. Impressionante la grandezza degli arazzi esposti nella prima parte del percorso di visita, in particolare la serie di arazzi degli Onori e Virtù.
Siamo colpiti, oltre che dalle decorazioni in marmi italiani di varia provenienza, dalla quantità di orologi funzionanti disposti in quasi tutte le sale.
All’interno del palazzo non è possibile fotografare, e si viene seguiti quasi passo passo dai sorveglianti che presidiano le varie sale.

I giardini in stile francese sono molto vasti e rappresentano la principale attrattiva di questo sito.
Purtroppo la variabilità del tempo atmosferico, che alterna brevi sprazzi di sole a lunghi intervalli di cielo coperto, e il fatto che molte siepi risultano secche, non ce li fa apprezzare in tutta la loro grandiosità.

http://i46.tinypic.com/2gtyyxt.jpg

http://i47.tinypic.com/2uh2xs7.jpg

http://i47.tinypic.com/2w1y0j4.jpg

http://i50.tinypic.com/vhcg.jpg

Le 26 statue disseminate nei giardini sono ispirate a soggetti leggendari e mitologici, e solo in pochi momenti dell’anno vengono azionate tutte insieme a offrire uno spettacolo che si dice sia imperdibile.
Oggi il nostro biglietto comprende la possibilità di vedere alcune fontane azionate a partire dalle 17,30. Purtroppo siamo arrivati troppo presto e alle 16 abbiamo terminato la visita. Il cielo volge ormai irrimediabilmente al nuvoloso, fa piuttosto freddo e non ce la sentiamo di aspettare.
Torniamo perciò a Segovia per la seconda e ultima sera in questa bellissima cittadina.
Ceniamo in uno dei due ristoranti migliori del nostro viaggio: El Fogon Sefardi, che propone cucina castillana e sefardita.
http://www.lacasamudejar.com/restaurante_castellano.htm
Il ristorante, che si trova nel vecchio ghetto ebraico adiacente la cattedrale ha vinto per tre anni di seguito (dal 2007 al 2009) il concorso "Pinchos y Tapas Ciudad de Valladolid".

Ricky
24-05-2012, 07:53:52
Molto bello ed interessante, grazie Vale :077: per questo contributo!

vale_1606
24-05-2012, 10:24:07
Grazie Ricky,

ho visto che i reportage fotografici a puntate vanno per la maggiore e non volevo essere da meno (non sarò mai all'altezza di alcuni rodatissimi reporter di cisonostato ma... col tempo... :002: ).

Una domanda. Dopo un reportage di questo tipo ha in ogni caso senso (leggi: è possibile?) inviare anche il classico Diario di Viaggio che, inevitabilmente ricalcherà gran parte del reportage? :077:

valya
24-05-2012, 20:02:48
ti rispondo io: si si è possibile!!! ;-)

vale_1606
24-05-2012, 23:20:48
Bene, grazie Valya :077:

Allora, riprendiamo....

Lunedì 7 Maggio.
Questa mattina facciamo colazione al Cafè La Colonial, in Avenida Fernández Ladreda (a pochi passi dall’acquedotto) dove, contro ogni aspettativa, ci servono degli ottimi napolitanes (panzerotti di pasta brioche con ripieno di cioccolato) e un cappuccino degno dei migliori bar italiani, con una schiuma densa e cremosa decorata da ghirigori di cacao.
Siamo in procinto di salutare Segovia e scattiamo le ultime foto dalla sommità dell’acquedotto, approfittando del sole con cui ha esordito questa giornata. In lontananza si vedono chiaramente le cime coperte di neve dei rilievi che costituiscono la Sierra de Guadarrama.

http://i48.tinypic.com/zlul52.jpg

Dobbiamo metterci in viaggio poiché la ragione prima da cui è scaturita l’organizzazione di questo viaggio ci attende.
Qualche mese prima infatti, sfogliando un numero di una nota rivista di turismo, ero rimasta incantata dalle foto del Castillo de Coca che, indubbiamente grazie all’abilità del fotografo, emergeva da quelle pagine esercitando un fascino irresistibile.
Inutile dire che le aspettative sono spesso superiori alla realtà e infatti il contesto paesaggistico in cui il Castillo è inserito sembravano molto più suggestive sulla rivista.
In ogni caso il Castillo de Coca è da vedere per la particolarità dello stile del gótico-mudéjar spagnolo (commistione di architettura militare occidentale e araba) in cui è realizzato.

http://i49.tinypic.com/jfvq0j.jpg

vale_1606
24-05-2012, 23:23:01
Il nostro itinerario odierno, che si concluderà con l’arrivo a Salamanca, prevede una ulteriore sosta a Medina del Campo, dove si trova il Castillo de la Mota, nello stesso stile di quello appena visitato ma di minore impatto, in parte anche per il fatto che il sole ha ceduto il passo a un cielo grigio che appiattisce tutti i contrasti.
Sostiamo giusto il tempo per ammirarlo dall’esterno e notare le numerose cicatrici lasciate, a giudicare dalla forma, da decine e decine di palle di cannone.

http://i47.tinypic.com/2nheypi.jpg

vale_1606
25-05-2012, 00:08:11
Giungiamo a Salamanca in anticipo sul tabellino di marcia. Troviamo agevolmente parcheggio in prossimità del nostro Hotel, il Puente Romano de Salamanca, situato a una estremità del ponte romano che immette nel centro storico. Sta iniziando a scendere una pioggerella fine e ne approfittiamo per riposare un po’, scoprendo con piacere che dalla finestra della camera si vede parte della cattedrale.
Nel tardo pomeriggio partiamo per una prima perlustrazione della città ed ecco la vista che si presenta all’uscita dall’hotel:

http://i49.tinypic.com/w9xmic.jpg

L’accesso al centro storico avviene tramite la calle de Tentenecio una stretta via in salita che conduce in vista della torre che rappresenta l’incastro della cattedrale vecchia e della cattedrale nuova.

http://i50.tinypic.com/fs2a1.jpg

http://i48.tinypic.com/2yk0umc.jpg

http://i47.tinypic.com/2gsjsle.jpg

vale_1606
25-05-2012, 00:23:31
Digressione:

Cattedrale di Salamanca: il mistero dell’astronauta.

Insieme alla spasmodica ricerca della rana scolpita tra i fregi dell’Università, che a qualsiasi ora del giorno (e perché no, anche della sera, data la piacevole illuminazione dei monumenti di Salamanca) vede persone con il naso in su, a scrutare, con l’aiuto “disinteressato” di chi stanzia di fronte all’edificio nel tentativo di vendere cartoline del soggetto, l’altro “mistero” perpetuato ai turisti è quello dell’astronauta scolpito tra i fregi di uno dei portali della Cattedrale, edificio che risale al XVI secolo.

http://i50.tinypic.com/ap8juc.jpg

http://i50.tinypic.com/2vazk0y.jpg

http://i50.tinypic.com/2s7fdkm.jpg

Chi, come me, si reca a Salamanca per la prima volta e ha appreso di questa particolarità attraverso la preventiva ma non particolarmente dettagliata raccolta di informazioni, deve innanzitutto fare i conti con l’individuazione di qualcosa che non sa esattamente dove sia collocata (e vi assicuro che la superficie esterna della cattedrale è veramente ragguardevole) ma soprattutto delle cui dimensioni non ha un’idea precisa.
Così, come ingenuamente è successo a me, che mi aspettavo un soggetto grande almeno quanto un Leone di San Marco, può capitare di fare la figura di chi esorta i compagni di viaggio a seguirlo nella scoperta di qualcosa di strabiliante e passa poi interminabili minuti, o peggio ore, nella vana ricerca di questa curiosità imperdibile, se rapportata al sentimento di attesa che ha fatto nascere negli accompagnatori.
Non fosse stato per la scaltra vecchietta che per gran parte della giornata staziona sul portale in questione e, a fronte di obolo, segnala con l’indice al turista dallo sguardo indagatore la zona in cui cercare, mio marito ed io saremmo probabilmente ancora lì a girovagare intorno alla cattedrale.
Per farla breve: il presunto astronauta (o, a detta di alcuni, palombaro) esiste veramente ma ha dimensioni ben più modeste di quelle che mi aspettavo. Chiedo scusa alla vecchietta e vi rivelo che è posizionato sulla facciata settentrionale, con affaccio sulla Plaza de Anaya, della Cattedrale Nuova, ad una altezza di circa due-tre metri da terra, sui bassorilievi verticali di epoca gotica (da qui la “stranezza”) che ornano la parte sinistra (per chi guarda) della Porta dei Rami.
Comodamente (se non fosse per gli impacci della caratteristica tuta completa di casco) adagiato su un fregio a forma di foglia tiene in mano il tubo dell’ossigeno e indossa i tipici stivali dalla suola a carrarmato.
Il mistero, che ha fatto discutere lungamente gli ufologi e gli amanti dei misteri inspiegabili è stato ovviamente risolto.
Ebbene, inutile invocare antiche visite da parte di esseri venuti dallo spazio: l’astronauta in questione ha la veneranda età di….19 anni!
Risale infatti ad un restauro della Puerta de Ramos resosi necessario a partire dai primi anni ’90, allorchè si pensò di inserire al posto delle originarie decorazioni andate perdute degli elementi che richiamassero la storia recente. A ben cercare (e io non l’ho fatto perché l’ho “scoperto” solamente al ritorno dal mio viaggio) si dovrebbero individuare: una la lince iberica, a rischio di estinzione, un toro, una cicogna, di cui nel 1993 si celebrava l'anno internazionale, un gambero, una lepre e addirittura un dragone con in mano un cono gelato e chissà cos’altro.
Resta ora un po’ di inevitabile disillusione, unita all’inconscia spinta a rifiutare qualsiasi spegazione razionale, quanto ovvia, per tenere vivo quell’alone di mistero che fa la fortuna, dal punto di vista del turismo e di tutto il suo indotto, di una città magica quale Salamanca è agli occhi di chi ha la possibilità di visitarla.

Ricky
25-05-2012, 08:02:49
Una domanda. Dopo un reportage di questo tipo ha in ogni caso senso (leggi: è possibile?) inviare anche il classico Diario di Viaggio che, inevitabilmente ricalcherà gran parte del reportage?
Non solo è possibile, ma sarebbe quanto mai bello e da qui rivolgo un invito a seguire questa strada.
Dovete tener presente che gli "utenti" di CSS si dividono in 3 fasce:
a) i forumisti, nominalmente tanti ma "assidui" in verità non tantissimi; sono solo gli assidui ( e non tutti) a leggere i foto-diari che appaiono sul forum
b)"quelli di facebook" che sono iscritti al canale di CSS e apprendono da lì le novità, andandole poi a vedere, se hanno qualche interesse, sul sito
c) gli utenti del sito: sono la stragrande maggioranza ed "usano" i diari di viaggio di CSS, a volte senza nemmeno essere a conoscenza dell'esistenza del forum
Per quel che mi riguarda i foto-diari sono un arricchimento bellissimo del forum ed hanno il pregio di poter essere scritti quasi "in diretta" interagendo con altre persone; hanno tuttavia il difetto di "togliere" materiale e testimonianze preziose al sito, e di conseguenza di fatto non esistono per moltissima gente.
La soluzione da te indicata è semplicemente la migliore: di certo sul forum del tuo diario di viaggio-duplicato forse si parlerà pochino; in compenso lo leggerà moltissima gente in più che è quella quota che non segue il forum.
Grazie per l'opportunità e... torniamo al tuo foto-diario! :077:

Ninni77
25-05-2012, 12:56:46
Ciao Vale, eccomi qua a seguire questo appasionante racconto! Segovia è bellissima, mi attira tutto, la vista sulla Sierra, l'acquedotto, le colazioni e le cene :005:
Grazie per le immagini dell'Escorial: quando andammo noi lo trovammo chiuso... era il 10 agosto, e il giorno del suo onomastico Lui fa festa, ovviamente :070: :( Mi piacerebbe tornarci.
I due castelli a me piacciono, anche col cielo grigio dietro! Ti seguo ;) e grazie per le belle, dettagliate e ironiche descrizioni :077:

valya
25-05-2012, 22:38:55
... a qualsiasi ora del giorno (e perché no, anche della sera, data la piacevole illuminazione dei monumenti di Salamanca) ...

cosa onnipresente in Spagna! ho più volte riscontrato e fatto notare qui su css quanto gli spagnoli sappiano valorizzare i loro monumenti! :077:


I castelli sono davvero belli, soprattutto il primo, ci credo che abbia attirato la tua attenzione !

Salamanca... già si rivela interessante :077: (così pure il num. della tua stanza pure qui :027: )

vale_1606
25-05-2012, 23:16:36
Martedì 8 maggio
Il martedì dalle 10 alle 12 è possibile visitare gratuitamente l’esposizione permanente chiamata “Ieronimus”, con accesso da Plaza de Juan XXIII, che consiste in un percorso che si snoda dentro e fuori le due cattedrali, lambendo la caratteristica torre del Gallo (dalla forma della sua banderuola), sostando su una terrazza panoramica e arrivando a pochi metri dai nidi edificati dalle cicogne sulle guglie delle cattedrali.

http://i45.tinypic.com/2mh2r6.jpg

http://i49.tinypic.com/28mlft5.jpg

http://i47.tinypic.com/2rohtuv.jpg

Nel tragitto interno restiamo piuttosto sconcertati dalle estese crepe che individuiamo nella parte alta della cattedrale. Si dice risalgano al terremoto di Lisbona del 1755.

http://i47.tinypic.com/xf67vq.jpg

http://i48.tinypic.com/5jy1yd.jpg

vale_1606
25-05-2012, 23:29:30
Salamanca... già si rivela interessante :077: (così pure il num. della tua stanza pure qui :027: )

stanza 106 :002:

valya
26-05-2012, 01:01:54
:047: denghiù :-)

ps: carino l'aneddoto dell'astronauta!

e bella la dritta del "giro" gratuito al martedì :077:

vale_1606
26-05-2012, 22:10:58
Continuiamo con qualche immagine dell'interno della cattedrale nuova (difficile fare una selezione :-? ); anche qui si nota lo slancio delle navate e la particolare decorazione delle volte.

http://i48.tinypic.com/2zqh7pg.jpg

http://i49.tinypic.com/fwifc.jpg

http://i46.tinypic.com/16ixyt0.jpg

http://i46.tinypic.com/14v1uz9.jpg

http://i46.tinypic.com/odb1h.jpg

http://i47.tinypic.com/6683.jpg

vale_1606
26-05-2012, 23:40:20
Insieme alla cattedrale l’edificio che ci ha più colpiti è il Convento domenicano di Santo Stefano, risalente ai secoli XVI e XVII.

http://i47.tinypic.com/2eyzyfk.jpg

La facciata è in stile plateresco (dallo spagnolo “plata”, argento), ovvero una commistione di proto-rinascimento italiano e gotico spagnolo con elementi islamici che si concentra in particolare nell’abbellimento delle facciate, con una ricchezza decorativa che richiama le cesellature dei metalli preziosi.

http://i45.tinypic.com/2hn9n34.jpg

All’ingresso, accanto alla biglietteria una riproduzione della facciata dettaglia le statue dei Santi che ne compongono i tre livelli, con al centro la lapidazione di Santo Stefano.

http://i48.tinypic.com/abkqk1.jpg

vale_1606
26-05-2012, 23:40:59
Dalla biglietteria si accede al chiostro dei Re (raffigurati su medaglioni), strutturato su due livelli di cui quello inferiore ad archi quadrupli.

http://i48.tinypic.com/34iofvc.jpg

http://i49.tinypic.com/2q8wrpu.jpg

http://i48.tinypic.com/nq79yv.jpg

Dal chiostro si accede al Pantheon de los Teologos, l’antica sala capitolare che offre sepoltura a grandi teologi salmantini come Soto, Mancio de Corpus Christi, Bartolomé de Medina e Francisco de Vitoria.

http://i46.tinypic.com/3483p0y.jpg

vale_1606
26-05-2012, 23:41:47
Un piccolo vestibolo collega il chiostro alla Chiesa e alla Sacrestia .

http://i49.tinypic.com/2dj0yac.jpg

http://i46.tinypic.com/11jupeu.jpg

http://i50.tinypic.com/2cf8twz.jpg

http://i48.tinypic.com/90oxz6.jpg

http://i45.tinypic.com/aze3o1.jpg

vale_1606
26-05-2012, 23:42:50
Dal vestibolo, la scala che conduce al livello superiore del chiostro (Escalera de Soto) è un’opera monumentale, indescrivibile a parole.

http://i45.tinypic.com/16gexef.jpg

http://i50.tinypic.com/ojk1s5.jpg

http://i49.tinypic.com/dre911.jpg

valya
27-05-2012, 00:44:54
la cattedrale mi ricorda molto la cattedrale di Toledo

splendida la scala delle ultime foto

vale_1606
27-05-2012, 16:01:50
la cattedrale mi ricorda molto la cattedrale di Toledo

Non temere valya... arriverà anche quella :047:

vale_1606
27-05-2012, 16:30:49
All'uscita dalla cattedrale ci dirigiamo al vicino huerto de Calixto y Melibea, un piccolo giardino il cui nome deriva dall’opera di Fernando de Rojas, la Celestina, che narra dell'amore di Callisto e Malibea, e dove sono state ricostruite le ambientazioni dei due amanti.

http://i50.tinypic.com/a0ffhz.jpg

All’ingresso, sulla sinistra, si trova il monumento alla Celestina, la fattucchiera che, nella narrazione cerca di favorire l'amore tra Calisto e Melibea, ma soltanto per scopi personali.

http://i50.tinypic.com/1hs3cx.jpg

Mi chiedo quanti degli innamorati che aggiungono il loro “lucchetto dell’amore” alla moltitudine che orna il pozzo posizionato al centro del giardino, siano consapevoli del finale tragico dell’opera: Calisto muore mentre scende le scale che l'hanno portato nel giardino della sua bella amata, mentre Melibea si suicida buttandosi dal balcone della sua residenza.

http://i45.tinypic.com/14mxour.jpg

http://i45.tinypic.com/iyom53.jpg

reietto
27-05-2012, 23:58:00
ho visto che i reportage fotografici a puntate vanno per la maggiore e non volevo essere da meno (non sarò mai all'altezza di alcuni rodatissimi reporter di cisonostato ma... col tempo... :002: ).



Per me sei bravissima :069:
Segovia mi ha conquistato. Era in ballottaggio con Toledo nel ns viaggio madrileno del 2007 quindi sicuramente mi avrà.:) Salamanca mi piace moltissimo, le foto sono stupende :069: :069:

Ricky
28-05-2012, 07:52:07
Sta moda dei lucchetti ormai imperversa dappertutto...
Bellissimi luoghi comunque, viene davvero voglia di visitarli!

vale_1606
28-05-2012, 11:15:45
Ragazzi siete troppo buoni.... mi fate arrossire :055:


Diciamo che la macchina fotografica (che tra l'altro non è una reflex ma una buona digitale compatta) mi aiuta.

Dalla mia mi riconosco l'occhio per l' inquadratura e soprattutto il piacere di cercare inquadrature particolari.... (ve ne proporrò una da Toledo e... vediamo chi indovina da dove è scattata).

valya
28-05-2012, 15:36:44
sono già curiosa!

vale_1606
28-05-2012, 22:21:54
Proseguiamo il nostro itinerario alla scoperta di Salamanca.
Per chi non lo sapesse basta poco a capire che Salamanca è una città universitaria. Il numero di giovani che transitano nel centro storico con libri e quaderni sotto il braccio è decisamente cospicuo e basta seguirne il flusso per individuare il centro nevralgico della vita accademica.
Il complesso di edifici che ospitano la sede dell’Università di Salamanca (USAL), che è la più antica università attualmente esistente della Spagna, si divide in: Escuelas Mayores e Escuelas Menores (dei primi del ‘500).
Le Escuelas Mayores (che ne rappresentano l’edificio storico), costruite ai primi del 1400 per ordine del cardinale Pedro de Luna, sono edificate intorno a un chiostro centrale e comprendono un auditorium, la biblioteca e la Cappella di San Girolamo. Nota per la sua ricchezza decorativa è la facciata di Calle de los Libreros, a due portali, caratterizzata da tre sezioni sovrapposte comprese tra due pilastri, su uno dei quali è scolpita la citata rana, oggetto di ricerca affannosa da parte dei turisti.

L’immagine sotto riportata, dove ho indicato la posizione della rana, non è mia :006: in quanto la parte inferiore della facciata (fino all’altezza dei portali) è attualmente coperta da impalcature per lavori

http://i49.tinypic.com/sc5b1e.jpg

Le Escuelas Menores, ampliamento realizzato nella prima metà del ‘500, sono raccolte intorno a un patio circondato da portici e sono sede, oltre che della Sala delle Esposizioni e dell’Archivio Storico, anche del Museo dell’Università, che conserva tra gli altri il celebre affresco di Fernando Gallego noto come il “Cielo di Salamanca” (visita libera).

http://i50.tinypic.com/312x08y.jpg

http://i45.tinypic.com/3484vuv.jpg

vale_1606
28-05-2012, 22:27:51
Accanto all’USAL si trova la sede dell’UPSA, Università Pontificia di Salamanca per gli studi teologici, fondata nel 1940 da Papa Pio XII. L’edificio che la ospita, La Clerecia, risale alla fine del XV secolo e comprende una chiesa, le vecchie scuole dei gesuiti (ora destinate alle aule) e gli alloggi dei religiosi.
Di fronte alla chiesa si trova la spettacolare Casa de las Conchas (casa delle conchiglie), edificio in stile gotico rivestito da centinaia di decorative conchiglie in pietra dorata che ospita la Biblioteca Pubblica.

http://i48.tinypic.com/20pscpu.jpg

http://i47.tinypic.com/209o9qh.jpg

vale_1606
28-05-2012, 22:30:34
Digressione:

L'oro di Salamanca.
Ho spesso citato la pietra con cui sono costruiti gli edifici più significativi di Salamanca e che, alla luce del tramonto regala riflessi dorati alla città, incanto che si ripete al calare della notte, grazie a una sapiente illuminazione.
Da geologa quale sono non posso esimermi dal fornirvi qualche informazione in proposito, cercando di non scendere troppo nel tecnico.
Si tratta di una roccia sedimentaria di origine fluviale, a grana da fine a media, molto resistente, detta “pietra di Villamayor” che, da un punto di vista composizionale ricade nella famiglia delle arenarie, rocce ricche in quarzo e, in minor misura, di altri minerali.
La particolarità di questa arenaria sta nel colore superficiale che assume per effetto dell’ossidazione dei minerali di ferro contenuti. La sua facile lavorabilità, caratteristica che permane fintanto che i fluidi contenuti non sono totalmente evaporati, consente di scolpire elementi decorativi anche molto complessi, motivo per cui era, ed è, largamente utilizzata per fregi ed elementi decorativi.

Per chi avesse la curiosità di approfondire ecco il sito dedicato: http://www.piedradevillamayor.es/

vale_1606
28-05-2012, 22:32:21
Può forse mancare a Salamanca la Plaza Mayor?
Totalmente circondata da portici rappresenta il centro della vita quotidiana della città e un punto d’incontro per gli studenti.
La piazza venne costruita tra il 1729 ed il 1756, in stile barocco, in base al progetto dell'architetto Alberto Churriguera a cui è dedicato il monumento che si può ammirare nella Plaza del poeta Iglesias, cui si accede uscendo dalla porta situata all’angolo sudorientale di Plaza Mayor.
Sul lato settentrionale si trovano gli uffici del Comune, ospitati in un edificio in stile barocco.
In questi giorni la piazza ospita la Feria Municipal del Libro, pertanto il vasto piazzale è occupato dagli stand prefabbricati dei diversi editori, e ciò toglie indubbiamente fascino a questa piazza, che è servita da modello per altre piazze che sono state costruite successivamente in Spagna come la Plaza Mayor di Madrid.
Una curiosità: a dispetto dell’apparenza la piazza non è un quadrato perfetto, infatti nessuna delle sue facciate ha la stessa misura. Lo si può facilmente constatare in quanto nessun lato ha esattamente lo stesso numero di archi.

http://i47.tinypic.com/xo4pwx.jpg

http://i50.tinypic.com/w2enm8.jpg

vale_1606
28-05-2012, 22:33:59
Un altro edificio degno di nota a Salamanca è il Palacio de Monterrey situato nella piazza omonima accanto al Convento de las Agustinas e alla chiesa della Purissima (dove si trova il celebre quadro della Virgen en el altar di José de Ribera).
Il palazzo, costruito da don Alonso de Acevedo y Zuniga, terzo conte di Monterrey e ora di proprietà della Casa di Alba, rappresenta uno dei maggiori esempi dello stile plateresco in Spagna.
Attualmente non è aperto al pubblico.

http://i49.tinypic.com/2hdw5rc.jpg

vale_1606
28-05-2012, 22:44:27
La tappa di Salamanca sta per giungere a conclusione; Salamanca non finisce ovviamente qui ma con almeno due giorni interi a disposizione si può acquisire una visione piuttosto completa della città.

Non può mancare qualche foto in notturna, con il curioso effetto della pioggia illuminata dai riflettori:

http://i47.tinypic.com/25tb5hz.jpg

http://i45.tinypic.com/xpu35v.jpg

http://i46.tinypic.com/w1691w.jpg

http://i48.tinypic.com/bld9k.jpg

http://i47.tinypic.com/2lids.jpg

http://i47.tinypic.com/64qzyv.jpg

vale_1606
28-05-2012, 22:57:47
E ora un piccolo quiz:

a chi è dedicata questa statua?

http://i50.tinypic.com/9ult3c.jpg

valya
28-05-2012, 23:14:26
:-? io non lo so ... :-?
mi butto... ai pellegrini del cammino di santiago?

vale_1606
28-05-2012, 23:41:38
:-? io non lo so ... :-?
mi butto... ai pellegrini del cammino di santiago?

Acqua! [smilie=641.gif]

reietto
29-05-2012, 08:24:01
Non so a chi è dedicata, dicci tutto :005:

avrei una curiosità, ma quanto è grande Salamanca? E' piena di cose e questo mi fa pensare che sia grandetta.

Ninni77
29-05-2012, 11:01:36
Agli ebrei?

Hakon
29-05-2012, 15:10:07
Digressione:

L'oro di Salamanca.
Ho spesso citato la pietra con cui sono costruiti gli edifici più significativi di Salamanca e che, alla luce del tramonto regala riflessi dorati alla città, incanto che si ripete al calare della notte, grazie a una sapiente illuminazione.
Da geologa quale sono non posso esimermi dal fornirvi qualche informazione in proposito, cercando di non scendere troppo nel tecnico.
Si tratta di una roccia sedimentaria di origine fluviale, a grana da fine a media, molto resistente, detta “pietra di Villamayor” che, da un punto di vista composizionale ricade nella famiglia delle arenarie, rocce ricche in quarzo e, in minor misura, di altri minerali.
La particolarità di questa arenaria sta nel colore superficiale che assume per effetto dell’ossidazione dei minerali di ferro contenuti. La sua facile lavorabilità, caratteristica che permane fintanto che i fluidi contenuti non sono totalmente evaporati, consente di scolpire elementi decorativi anche molto complessi, motivo per cui era, ed è, largamente utilizzata per fregi ed elementi decorativi.

In pratica una cugina della nostra "pietra d'Aspra" con cui sono costruite le ville settecentesche di Bagheria!

vale_1606
29-05-2012, 15:48:02
Agli ebrei?

[smilie=616.gif]

valya
29-05-2012, 15:54:34
l'uomo ha un bastone...ecco perchè avevo pensato al Cammino ... mumble mumble... zero idee... :029:

vale_1606
29-05-2012, 17:26:05
In pratica una cugina della nostra "pietra d'Aspra" con cui sono costruite le ville settecentesche di Bagheria!

beh, diciamo una pro-cugina... continentale :027: dal momento che la piedra di Villamayor ha circa 40 milioni di anni in più [smilie=659.gif] e viene... da un fiume invece che dal mare [smilie=623.gif]

(lo so sto facendo la secchiona)

vale_1606
29-05-2012, 17:28:49
l'uomo ha un bastone...ecco perchè avevo pensato al Cammino ... mumble mumble... zero idee... :029:

Valya non preoccuparti.... come tutte le cose se lo sai è facile se non lo sai... è praticamente impossibile.

Però vi tengo sulle spine (così continuate a seguirmi) :027:

valya
29-05-2012, 17:43:50
e chi ti molla! :027:

vale_1606
29-05-2012, 18:08:41
avrei una curiosità, ma quanto è grande Salamanca? E' piena di cose e questo mi fa pensare che sia grandetta.

Guarda, il centro storico non è così grande, diciamo che dalla cattedrale a Plaza Mayor, che stanno più o meno ai due estremi delle "attrazioni" che ho citato ci saranno si e no 800m.
Però le cose da vedere sono tante....

Ninni77
29-05-2012, 18:25:55
Dacce un aiutino! :027:

chiara292
29-05-2012, 18:38:06
Mi sono messa in pari :)

vale_1606
29-05-2012, 19:22:24
Dacce un aiutino! :027:

Non è un personaggio realmente esistito.

valya
29-05-2012, 19:38:18
don Quijote ? o don quichotte che dir si voglia?

Ninni77
29-05-2012, 19:44:57
Mmmmmm nun me viè in mente niente...

Hakon
29-05-2012, 20:46:12
don Quijote ? o don quichotte che dir si voglia?

Anch'io avevo pensato a lui, però è appiedato e Sancho (o sangio) insolitamente smilzo!

valya
29-05-2012, 22:15:27
idem! però è l'unico personaggio spagnolo non realmente esistito che conosco :-D

vale_1606
29-05-2012, 23:16:59
Eccomi qua! vedo che si è scatenata la caccia al personaggio.

bene, bene....

In ogni caso non è facile, neppure io ne avevo mai sentito parlare e ho scoperto di chi si tratta dal web.
Ovviamente non ho fotografato il nome sul basamento dell statua :006:

vale_1606
30-05-2012, 00:28:49
Siete pronti per seguirmi ad Avila? Si?

Prima di partire voglio offrirvi un po’ di Jamon Iberico.

http://i45.tinypic.com/mb1kx3.jpg

Mercoledì 9 maggio
Facciamo colazione in un caffè ristorante dal nome suggestivo, Musicarte, in Plaza del Corrillo
La nostra colazione tipo è costituita da cappuccino o, dove non è possibile da cafè con leche, succo d’arancia spremuta al momento e napolitanos (brioches tipo “saccottino” alla crema o al cioccolato) o pane tostato con burro e marmellata.
Il costo è generalmente modico, con un massimo di 5 o 6 euro a testa. Sconsigliamo pertanto di prenotare la colazione contestualmente al pernottamento in quanto si spende come minimo il doppio e la soddisfazione non è sempre garantita.
Questa mattina, con un piccolo sovrapprezzo, mi lascio tentare dal chocolate con churros: una tazza di densa cioccolata calda (la densità non è garantita ovunque, a volte ci si vede recapitare al tavolo una sorta di latte con cacao estremamente liquido) in cui intingere gli onnipresenti churros, frittelline lunghe e rigate che attraggono come le ciliegie: una tira l’altra.
Ci attende una nuova tappa e… ho bisogno di energie (che scusa meschina!).

http://i45.tinypic.com/2ywbzom.jpg

vale_1606
30-05-2012, 00:30:33
Lasciamo Salamanca poco dopo le 9. Finalmente il tempo sembra essersi stabilizzato e splende un bel sole.

Dopo circa 20 km, in prossimità di Encinas de Abajo, la sagoma più famosa di Spagna appare alla nostra destra.
Ho un sussulto: “quello è IL toro del film Jamon Jamon, con Penelope Cruz!” esclamo, con una sicurezza tale che mio marito non osa dubitare.
Dall’auto in corsa ricavo questa misera foto di un bovino dalle zampe mozzate, ma sono talmente estasiata da questo colpo di fortuna che mi accontento.

http://i50.tinypic.com/55h11x.jpg

Ricordatevi di questo episodio nel prosieguo del reportage.

vale_1606
30-05-2012, 00:31:56
Arriviamo ad Avila “dalla parte giusta” ovvero passando per il punto panoramico chiamato Cuatro Postes, da cui si gode una spettacolare vista d’insieme sulla città, con la sua cinta ininterrotta di mura letteralmente costellate di torrioni merlati.
Per darvi un’idea di cosa parlo posto questa immagine tratta da Google Maps:

http://i50.tinypic.com/nbokef.jpg

Purtroppo da questa postazione la luce del mattino non è ideale per via dell’effetto controluce.

http://i45.tinypic.com/jjw5g7.jpg

E’ ancora presto per farci assegnare la stanza in albergo perciò parcheggiamo l’auto all’esterno delle mura e accediamo al centro storico attraverso la Puerta de Bracamonte, una delle nove porte che si aprono nelle mura.
L’infilata dei torrioni con il cielo blu a fare da sfondo è un soggetto fotografico da non perdere:

http://i46.tinypic.com/wmazr4.jpg

La Calle de Bracamonte ci conduce alla Plaza Mayor di Avila, poca cosa rispetto a quella di Segovia o Salamanca ma dotata di una sua suggestione.

http://i45.tinypic.com/2r2atfq.jpg

http://i49.tinypic.com/2i27syu.jpg

Ricky
30-05-2012, 08:00:31
Sempre più bello ed interessante!
PS: Ci dici chi è il personaggio?

vale_1606
30-05-2012, 12:19:03
Se proprio devo.... però mi aspettavo una sfida più appassionante...

Facciamo una cosa, vi do un'altro indizio.

Nel nome del personaggio c'è il nome del fiume di Salamanca.

Ora è facile.

Ricky
30-05-2012, 13:17:06
Lazarillo de Tormes mi era assolutamente sconosciuto... (grazie Wiki e Google)

valya
30-05-2012, 17:31:57
no, dai è famosissimo :002: ... :011:

Avila... la "conosco" da tempo, un amico ha una casa lì... e dalle sue foto avevo visto che meritava.

Vale, quel toro esattamente identico è onnipresente in Andalusia ... praticamente una costante lungo il paesaggio ;-)

vale_1606
30-05-2012, 22:32:43
Lazarillo de Tormes mi era assolutamente sconosciuto... (grazie Wiki e Google)

Ebbbravo Ricky-Wiki ! :077:

A beneficio dei più:

El Lazarillo de Tormes
Lazaro de Tormes è, insieme con la Celestina, Don Chisciotte e Don Juan, uno dei personaggi più riconosciuti della letteratura spagnola. "La vita di Lazarillo de Tormes, le sue fortune e avversità" segna la nascita, nella seconda età del 1500, di un nuovo genere letterario, il romanzo picaresco che ebbe un enorme successo sia dentro che fuori la Spagna e la cui influenza sul romanzo europeo si è sentita fino al XVIII secolo.
http://books.google.it/books?id=3BfgFBz ... es&f=false (http://books.google.it/books?id=3BfgFBzsq9QC&printsec=frontcover&dq=lazarillo+de+tormes&hl=it#v=onepage&q=lazarillo%20de%20tormes&f=false)

La vita di Lazarillo de Tormes e delle sue fortune e avversità (1554) è il romanzo di un autore anonimo che ovviamente conosceva bene Salamanca, in quanto ambienta la storia in una sorta di baraccopoli situata sulle rive del fiume Tormes nella frazione di Tejares, oggi un quartiere della città, e fa sì che la partenza di Lazaro dal borgo rappresenti l'inizio piuttosto brutale alla sua vita, facendo uso del simbolo di primo piano di Salamanca il toro celtico-iberico.
La scultura, situata in un angolo molto suggestivo della città accanto al ponte romano sul fiume Tormes e alla chiesa di Santiago de Arrabal, rappresenta un anziano accanto a Lazaro de Tormes.

vale_1606
30-05-2012, 22:35:31
Vale, quel toro esattamente identico è onnipresente in Andalusia ... praticamente una costante lungo il paesaggio ;-)

E lì ti volevo Valya!

Ma in quel momento io, da totale neofita della Spagna continentale..... non lo sapevo! :027:

reietto
30-05-2012, 23:03:07
Però le cose da vedere sono tante....

Infatti. :005: :069:
Bellissimo l'inizio di Avila. :069: :069: Foto fantastiche

vale_1606
30-05-2012, 23:09:24
Da Plaza Mayor alla Cattedrale il passo è breve.
La cattedrale di Avila, costruita tra il XII e il XIV secolo, è la più antica del gotico spagnolo; si distingue dalle cattedrali di Segovia e di Salamanca per l’originario stile romanico commisto al gotico, aggiunto nelle fasi successive della costruzione.
La facciata principale mostra due torri, una delle quali incompiuta, e l’abside romanica è integrata nelle mura.

http://i45.tinypic.com/2rnzrid.jpg

http://i49.tinypic.com/2d2fz1g.jpg

http://i50.tinypic.com/nexl3.jpg

http://i47.tinypic.com/dn0unl.jpg

http://i49.tinypic.com/3h4sz.jpg

valya
30-05-2012, 23:12:08
splendida

vale_1606
30-05-2012, 23:19:02
Dopo pranzo andiamo a prendere possesso della nostra camera d’albergo.
L’Hotel Puerta de la Santa, un due stelle essenziale ma pulitissimo è ubicato, come rivela il nome, a due passi (letteralmente, come potete vedere dalla foto) dalla Porta omonima che immette nel centro storico in corrispondenza del Convento di Santa Teresa.
Avila infatti è nota, prima di tutto per aver dato i natali a Santa Teresa
http://hotelpuertadelasanta.com/

http://i48.tinypic.com/25h3hwo.jpg

vale_1606
30-05-2012, 23:45:40
Il Convento di Santa Teresa, costruito nella prima metà del 1600 sulla casa natale della Santa, è oggetto della mostra prima visita pomeridiana.
La chiesa, con facciata barocca, ha una pianta a croce latina e al suo interno è possibile vedere il piccolo cortile in cui Teresa amava giocare da bambina.

http://i49.tinypic.com/295uy4h.jpg

http://i45.tinypic.com/1nzmf4.jpg

http://i50.tinypic.com/2guxqiq.jpg

La Santa fu battezzata il 4 aprile 1515 nella chiesa di San Juan Bautista, adiacente a Plaza Mayor, dove è possibile vedere il fonte battesimale

http://i47.tinypic.com/14l3inr.jpg

http://i47.tinypic.com/2qcl9bd.jpg

Ninni77
30-05-2012, 23:55:56
Quanti bei tori abbiam visto in Spagna, così suggestivi, spesso in mezzo al nulla... Ricordo che spesso anticipavano grandi o famose città, magari dopo tanti e tanti km di "niente"... Che bellino il giardinetto di Teresa!

vale_1606
31-05-2012, 00:16:59
Da non perdere la Basilica di san Vicente, situata nella parte nord-est della città appena fuori le mura. Così come la cattedrale anche questa basilica, costruita a partire dall’ XI secolo, fu iniziata in stile romanico e poi completata in stile gotico.

http://i46.tinypic.com/2m3nvcw.jpg

http://i48.tinypic.com/ei6nuc.jpg

vale_1606
31-05-2012, 00:17:48
L’interno è sorprendente.
Il materiale utilizzato per la costruzione è la "Pietra Cali" una arenaria variegata nei toni dal giallo al rosso-arancio per effetto degli ossidi di ferro contenuti.

http://i45.tinypic.com/24bvwvs.jpg

http://i45.tinypic.com/21c8so9.jpg

http://i49.tinypic.com/2usvryh.jpg

http://i46.tinypic.com/3589k0o.jpg

http://i46.tinypic.com/35d4u1u.jpg

http://i46.tinypic.com/v2z5i1.jpg

vale_1606
31-05-2012, 00:18:27
La maggiore attrattiva della basilica è il cenotafio dei santi patroni, Vicente, Sabina e Cristeta.

http://i47.tinypic.com/2lj741d.jpg

http://i48.tinypic.com/241q9vt.jpg

http://i46.tinypic.com/2r20i2r.jpg

vale_1606
31-05-2012, 00:22:54
Ora vado a nanna :161:

Ce la fate ad aspettare domani?

chiara292
31-05-2012, 15:27:29
Vale siamo qui che ti s'aspetta :-)

valya
31-05-2012, 16:43:48
brava chiara diglielo! vale ma quanto dormi? :-D

vale_1606
31-05-2012, 18:23:30
ehm.... sarei al lavoro :050:

La vostra impazienza mi lusinga.

A stasera :077:

vale_1606
31-05-2012, 22:37:08
Ci siete? Siete connessi? :582:

Mio marito inizia a sentirsi un pò solo la sera sul divano qui accanto a me.

Ma come posso trascurare il mio pubblico? :cuore:

vale_1606
31-05-2012, 22:38:14
All’uscita dalla basilica percorriamo l’esterno delle mura attraversando i giardini di San Vicente e costeggiando l’abside della cattedrale fino ad arrivare alla Plaza del Mercado Grande, affollata di studenti in gita scolastica.

http://i46.tinypic.com/2igja7p.jpg

Rientriamo nel centro storico attraverso la maestosa Puerta dell’Alcazar che immette in Plaza Adolfo Suarez, dove si trova uno degli accessi all’itinerario pedonale sulle mura, realizzate nell’XI secolo.
Non siamo fortunati: oggi l’accesso al camminamento sopra le mura è limitato a un percorso di soli 200 metri degli oltre due chilometri visitabili: Rinunciamo a malincuore e ci accontentiamo di ammirare la bella fontana presente nella piazza.

http://i46.tinypic.com/2hdxjfb.jpg

vale_1606
31-05-2012, 22:59:58
Prima di cena ci rilassiamo con un aperitivo in Plaza Mayor e con una sosta nella frescura del Parque del Rastro, con una bella vista sulla campagna.
Abbiamo prenotato un tavolo al Ristorante Las Cancelas, in Calle de la Cruz Vieja, una stretta calle che da Plaza Adolfo Suarez arriva a costeggiare il chiostro della cattedrale.
I tavoli sono collocati in un grazioso patio coperto interno all’edificio, ma il ristorante occupa anche uno spazio aperto, che non abbiamo visto, nell’edificio di fronte.

http://i50.tinypic.com/r07by1.jpg

Vi presento la mia bistecca super

http://i45.tinypic.com/2rx7ll2.jpg

E il solito immancabile cochinillo di mio marito

http://i46.tinypic.com/21jnfcp.jpg

vale_1606
31-05-2012, 23:05:50
Ed ecco le immancabili foto in notturna:

http://i47.tinypic.com/egs39f.jpg

http://i47.tinypic.com/r1zj8n.jpg

http://i49.tinypic.com/qnsksg.jpg

reietto
01-06-2012, 00:52:04
Ma come posso trascurare il mio pubblico? :cuore:

Non puoi ;)
Bellissime le notturne. :069: in effetti bello tutto. :069:

Ricky
01-06-2012, 08:09:54
Mi dispiace per tuo marito ma... the show must go on! :002: :002: :002:

valya
01-06-2012, 16:16:33
i nostri css-mariti devono sempre sopportare qs sopruso nel periodo post viaggio : digli di rassegnarsi :-D

bello tutto ...

vale_1606
01-06-2012, 17:35:35
Eccomi, faccio una scappata (oggi sono uscita presto dal lavoro), dal momento che questa sera dovrò trascurarvi :uhee:

Giovedì 10 Maggio
Contrariamente al programma iniziale decidiamo di passare una giornata a Madrid, dal momento che la nostra prima e ultima vacanza in quella città era stata caratterizzata da un clima freddo e piovoso (era gennaio!), mentre oggi splende il sole e già al mattino si sforano i 30 gradi.
Partiamo da Avila intorno alle 9 e alle 9,40 abbiamo già lasciato l’auto in un parcheggio sotterraneo in zona Moncloa, da dove in circa 15 minuti di camminata raggiungiamo Puerta del Sol e l’immancabile statua con l’orso che mangia i frutti del corbezzolo (dopo che per anni l'ho chiamato "l'orso col broccolo" :047: ).

http://i45.tinypic.com/282jolz.jpg

Vista col sole Madrid riscatta in gran parte quella impressione non entusiastica che ci era rimasta dal viaggio precedente.
Raggiungiamo Plaza Mayor dove ci fermiamo a sorseggiare un aperitivo, servito con un piattino di paella, mentre la piazza brulica di tifosi festanti per la vittoria dell’Atletico Madrid e di improponibili personaggi travestiti da Spongebob, da ufficiale senza testa o da non propriamente atletico uomo ragno.

http://i48.tinypic.com/9r7f9i.jpg

http://i48.tinypic.com/dsec8.jpg

vale_1606
01-06-2012, 17:37:06
Devo farvi una confessione.
La nostra idea di venire a Madrid non è stata motivata esclusivamente dal desiderio di vederla con il sole ma anche (e soprattutto) dal ricordo indelebile di uno spettacolare piatto di costine mangiato da RIBS.

http://i49.tinypic.com/2mx4ped.jpg

http://i48.tinypic.com/kckqq.jpg

Non è facile ricordare la collocazione del locale ma con l’aiuto del web lo individuiamo con poca fatica. Si trova al numero 8 di Calle Abada, (Metropolitana Callao) in pratica dietro all’edificio del Corte Ingles.

vale_1606
01-06-2012, 17:49:11
Fa talmente caldo che dobbiamo acquistare delle impalpabili tshirt di cotone da H&M. con le nostre polo non si resiste!
Che posso raccontarvi di Madrid?
Ci vorrebbe un reportage a sé nel topic dedicato e la nostra “toccata e fuga” non è significativa.
Nonostante ciò nelle poche ore in cui siamo rimasti ho scattato al bellezza di 40 foto.
Eccone alcune:

http://i50.tinypic.com/m3287.jpg

http://i46.tinypic.com/30us46s.jpg

http://i48.tinypic.com/2191g6h.jpg

http://i45.tinypic.com/33m21bk.jpg

http://i49.tinypic.com/35i0phg.jpg

http://i48.tinypic.com/2mhalc5.jpg

vale_1606
01-06-2012, 18:07:12
Troviamo un po’ di refrigerio all’interno della Cattedrale Santa María La Real de La Almudena, costuita alla fine del 1800, che rappresenta la chiesa madre dell'arcidiocesi di Madrid.
I soffitti sono decorati a motivi geometrici tutti diversi tra loro e molto colorati, che contrastano con il generale biancore delle pareti.

http://i47.tinypic.com/2h3pyl5.jpg

http://i49.tinypic.com/2r281mb.jpg

http://i47.tinypic.com/2ajx30y.jpg

Caratteristica dell’interno, a tre navate, è la posizione sopraelevata dell’altare, cui si accede attraverso due scale laterali.

http://i46.tinypic.com/1jm1jn.jpg

http://i45.tinypic.com/el34o1.jpg

vale_1606
01-06-2012, 18:09:05
A domani: vi porto a Toledo! :077:

chiara292
01-06-2012, 19:04:15
Affare fatto! :)

vale_1606
02-06-2012, 16:52:10
Lasciamo Madrid intorno alle 16 con direzione Nambroca, una piccola cittadina a sud di Toledo dove si trova l’ultimo hotel del nostro viaggio

Lungo la strada ecco cosa appare alla nostra destra:

http://i50.tinypic.com/30cbpty.jpg

Ma allora….. qual è dei due il toro di Jamon Jamon?

Mio marito sfodera il sorrisetto tipico del “hai toppato!”.

Ok, mi dico, se non è uno è l’altro. Una volta a Milano verificherò sul web.
Ebbene… l’ho fatto e come qualcuno di voi ha già fatto notare di tori come questo, noti come Tori Osborne, non ce ne sono solo due ma addirittura…. 91 sparsi per quasi tutta la Spagna!!!!

Ecco la mappa più aggiornata presente sul web:

http://i47.tinypic.com/2wqxrnk.jpg

Digressione:

Per chi non lo sapesse i tori di Osborne sono un marchio registrato di proprietà del Gruppo Osborne un'azienda vitivinicola che si occupa di vino, brandy, sherry e acqua minerale. L’inconfondibile sagoma fu realizzata nel 1956 dall'artista Manolo Prieto come marchio pubblicitario per l’azienda, che ne possiede tutti i diritti d’autore.
Le sagome alte inizialmente circa quattro metri vennero poste ai bordi delle strade spagnole più importanti, inizialmente costruite in legno, poi in metallo, arrivando ad un'altezza di quattordici metri.
Il simbolo è divenuto popolare in Italia con l'edizione del film spagnolo Prosciutto, prosciutto di Bigas Luna (1992), noto per l'esordio dell'attrice Penélope Cruz.
Si contano attualmente 91 Tori di Osborne in Spagna dei quali la maggior parte (23) in Andalusia perchè originariamente questi furono istallati per promuovere il famoso “Brandy de Jerez” prodotto proprio dal Gruppo Osborne (di Jerez de la Frontera, in Andalusia).
Sono assenti in Murcia, Cantabria, Catalogna, Ceuta.
In Galizia viene adottata la sagoma di una vacca, in antagonismo politico con quello del toro.

vale_1606
02-06-2012, 16:53:52
L’Hotel Villa Nazules di Nambroca, si trova letteralmente sperduto nella campagna in località Almonacid de Toledo, tra cave di sabbia, pale eoliche e distese di ulivi.
http://www.villanazules.com/hotel.php?id=46&L=en

Il silenzio regna assoluto e abbiamo l’impressione di essere gli unici ospiti della settimana in questo Resort dotato di spa e di piscina all’aperto.

Ecco la nostra stanza (116):

http://i50.tinypic.com/2i7ahaa.jpg

http://i48.tinypic.com/256gtoi.jpg

http://i49.tinypic.com/ohuwpj.jpg

http://i46.tinypic.com/2m68k0w.jpg

La vista dalla camera:

http://i49.tinypic.com/9iwz7t.jpg

Un salottino nell’area di accesso alle camere:

http://i50.tinypic.com/6fnl00.jpg

Parco con piscina:

http://i47.tinypic.com/2qixpax.jpg

vale_1606
02-06-2012, 17:04:25
Venerdì 11 Maggio.

Partiamo presto dall’hotel con l’intento di passare tutta la giornata a Toledo.

Lasciamo l’auto nel Parque Safont, un grande parcheggio pubblico gratuito situato accanto al fiume Tago, vicino alla Estacion de autobuses, perciò comodissimo per raggiungere in pochissimi minuti il centro storico con l’autobus della linea numero 5 o 12.
Facciamo colazione in un bar pasticceria in Plaza Zocodover e acquistiamo i biglietti per il trenino che ci porterà in un tour panoramico attorno alla città, detto Giro dei Cigarrales, assolutamente da non perdere.
Il giro dura 40 minuti esatti durante il quale il trenino percorre la circonvallazione esterna al fiume Tago effettuando brevi soste che consentono di scattare foto della città da ogni angolazione.

http://i47.tinypic.com/vhs4ma.jpg

http://i50.tinypic.com/2rfvr6o.jpg

http://i50.tinypic.com/wbyjvm.jpg

http://i45.tinypic.com/2ltix3r.jpg

http://i46.tinypic.com/21joead.jpg

vale_1606
02-06-2012, 17:23:26
Terminato il giro partiamo alla scoperta della città iniziando dal suo cuore commerciale, non a caso chiamato Calle del Comercio.

Toledo, fondata presumibilmente dal Console romano Tolemon fu successivamente capitale del regno dei Visigoti e centro importante durante il periodo della dominazione araba.
Successivamente Toledo è stata la capitale del regno dei Visigoti e centro importante durante il periodo della dominazione araba.Toledo è famosa per la produzione di acciaio, sotto forma di spade e lame di coltello, e non ci si mette molto a capirlo, così come
Il 25 maggio 1085, il re Alfonso VI di Castiglia, con la partecipazione di numerosi cavalieri della Francia Settentrionale e della Borgogna, conquistò la città ai musulmani, come dimostrano i numerosi richiami alla Prima Crociata.

http://i49.tinypic.com/20fufjm.jpg

http://i50.tinypic.com/ilce83.jpg

http://i48.tinypic.com/2qtwlfp.jpg

vale_1606
02-06-2012, 18:14:58
Ci apprestiamo a visitare la grandiosa Cattedrale di Santa Maria de Toledo, cui si accede da via Cardenal Cisneros. Il biglietto, che costa 10 € se comprensivo si salita alla torre (cosa che consiglio), si acquista presso un ufficio situato all’interno di un negozio di souvenirs situato di fronte all’ingresso.

La Cattedrale, costruita nel XIII secolo in puro stile gotico francese fu completata solo nel 1493, nell'epoca dei Re Cattolici, e racchiude straordinarie opere d'arte.

http://i47.tinypic.com/1pwf86.jpg

La visita alla cattedrale può iniziare dal chiostro, dove si trova l’accesso per la salita alla torre, che viene effettuata in orari precisi (chiedere alla biglietteria).
La torre nord della Cattedrale di Toledo, alta 90 metri, ospita una famosa campana detta “La Gorda” (la grande). Fusa nel 1753 pensa ben 17.515 kg e presenta una profonda incrinatura prodottasi, a quanto si dice, poco dopo la sua fusione.
Alla torre si accede attraverso diverse rampe di scale, prevalentemente a chiocciola, con una sosta intermedia a livello della balconata superiore del Chiostro.

http://i45.tinypic.com/2zya42g.jpg

http://i46.tinypic.com/2wdr32d.jpg

http://i49.tinypic.com/2w67974.jpg

http://i49.tinypic.com/2pq3q5s.jpg

http://i50.tinypic.com/ztaov8.jpg

http://i47.tinypic.com/3520uvs.jpg

http://i45.tinypic.com/kej34h.jpg

http://i47.tinypic.com/10mmqon.jpg

vale_1606
02-06-2012, 18:18:32
E ora, prima di scendere dalla torre un piccolo quiz:

da dove ho scattato questa foto?

http://i48.tinypic.com/fyoady.jpg

Ricky
04-06-2012, 08:29:04
Rinuncio a priori al quiz, non essendoci mai stato, ma... continuo a seguirti! :077:

vale_1606
04-06-2012, 18:50:54
Grazie Ricky, ne sono lusingata.

In ogni caso non è necessario esserci stati. Bisogna avere un pò di "spirito di osservazione" riguardo alle ultimo foto che ho postato.

Comunque, dal momento che non voglio farvi impazzire: l'ho scattata attraverso l'anello alla base del battacchio di una delle campane della torre della Cattedrale di Toledo ;)

Ricky
04-06-2012, 19:19:47
Comunque, dal momento che non voglio farvi impazzire: l'ho scattata attraverso l'anello alla base del battacchio di una delle campane della torre della Cattedrale di Toledo
Bello! :077:

valya
05-06-2012, 19:24:59
appena tornata da londra e già sintonizzata!
bella toledo, ne ho un bel ricordo, però il giro in trenino mi manca, il 2 gennaio non lo facevano probabilm causa freddo!
magari chissà, un giorno ci torno ....

vale_1606
05-06-2012, 22:51:53
Londraaaaaaaaaaaaaa altra mia grande passione.

Adoro quella città e non vedo l'ora di tornarci :080:

valya
05-06-2012, 23:08:24
pure la mia! per me era la 10° volta ... ma qs volta sono andata solo per la regina!

fine OT

reietto
05-06-2012, 23:11:42
Meravigliosa Toledo. Belle foto Vale. :069: :069:

vale_1606
05-06-2012, 23:36:35
Ora scendiamo dalla torre che vi porto a spasso per la cattedrale.

Iniziamo dal coro della cattedrale (capilla mayor) è un'area ricca di opere d'arte, a cui si accede tramite l'imponente cancellata realizzata da Francisco de Villalpando nel XVI secolo.
Racchiuso tra pareti in pietra traforata riccamente decorate di statue mostra un pregevolissimo lavoro di intagli nel legno delle sedute e sculture in alabastro ne ornano la parte alta.

http://i45.tinypic.com/hwfyts.jpg

http://i45.tinypic.com/ds5lw.jpg

http://i50.tinypic.com/ta6nab.jpg

http://i50.tinypic.com/e5rz4p.jpg

http://i49.tinypic.com/2n090tj.jpg

http://i47.tinypic.com/35bw8lv.jpg

vale_1606
05-06-2012, 23:39:02
Retablo dell'altare maggiore (purtroppo chiuso da una imponente cancellata), in stile tardo gotico, realizzato tra il 1497 e il 1504.

http://i49.tinypic.com/2nlcn48.jpg

El transparente, gigantesca scultura in marmo e alabastro situata dietro al retablo in stile barocco churrigueresco, realizzata tra il 1729 e il 1732 dall'artista Narciso Tomé.

http://i49.tinypic.com/28s1yj6.jpg

vale_1606
05-06-2012, 23:50:27
Capilla de los Reyes Nuevos
Qui si trovano le sepolture reali. Sulla destra le tombe di Enrico II e sua moglie Juana Manuel, sulla sinistra quelle di Enrico III di Castiglia e Caterina di Lancaster Mourning e ai lati dell'altare si trovano le tombe di Giovanni I e di sua moglie Eleonora d'Aragona.

http://i47.tinypic.com/xlvwwx.jpg

Capilla de San Ildefonso con al centro la tomba del cardinale Gil Carrillo de Albornoz

http://i49.tinypic.com/htz5lt.jpg

Capilla de Santiago con al centro le sepolture di Alvaro de Luna e della moglie Juana Pimentel.

http://i46.tinypic.com/raat8i.jpg

vale_1606
06-06-2012, 00:03:20
Sala capitolare con il bellissimo soffitto a cassettoni e il trono episcopale. Sulle pareti i ritratti di tutti gli arcivescovi sormontati da affreschi che rappresentano scene della vita della Vergine e della Passione di Cristo.

http://i48.tinypic.com/2yw9z6d.jpg

http://i49.tinypic.com/29ktnrk.jpg

http://i47.tinypic.com/2le776f.jpg

vale_1606
06-06-2012, 00:07:11
La sacrestia, che fa parte del museo della Cattedrale, ospita opere di Rubens, van Dyck, de Morales, Goya, El Greco.

http://i46.tinypic.com/2hp40n9.jpg

vale_1606
06-06-2012, 00:17:47
Ostensorio Processionale di Arfe, un’opera realizzata in oro, argento e pietre preziose del peso di quasi 200 chili che viene portato in processione in occasione della festa del Corpus Christi.

http://i48.tinypic.com/2v28qc9.jpg

Corona de la Virgen del Sagrario

http://i47.tinypic.com/dbsde.jpg

vale_1606
08-06-2012, 15:22:21
Usciamo dalla Cattedrale e ci dirigiamo verso l’antico quartiere ebraico che occupa la parte occidentale della città.
Al numero 2 di Calle Reyes Católicos si trova la Sinagoga di Santa Maria la Blanca.

Si tratta di una costruzione in stile mudejar, che risale al 1180. È suddivisa in cinque navate, separate da pilastri ottagonali che sostengono archi a forma di ferro di cavallo, con capitelli lavorati a stucco. Possiede un soffitto in legno a cassettoni il cui colore scuro contrasta con il biancore delle pareti e delle decorazioni che ricordano il pizzo. Nel XV secolo fu trasformata in chiesa romana
ma non vi si tiene nessuna funzione religiosa. Oggi è aperta al pubblico in qualità di edificio storico-culturale e museo.
A dispetto delle sue piccole dimensioni (anche se si pensa che in origine fosse molto più grande) è’ talmente particolare che non ho lesinato sulle fotografie:

http://i50.tinypic.com/2zfmys7.jpg

http://i47.tinypic.com/hwfqs8.jpg

http://i48.tinypic.com/2cp43dt.jpg

http://i49.tinypic.com/2wnwaoj.jpg

http://i46.tinypic.com/34rd2kw.jpg

http://i45.tinypic.com/2hz3b0j.jpg

http://i48.tinypic.com/168uaea.jpg

http://i47.tinypic.com/35apvew.jpg

http://i49.tinypic.com/35i5f1g.jpg

vale_1606
08-06-2012, 15:57:29
Non lontano si trova la Sinagoga del Tránsito, così chiamata dal quadro principale dipinto da Correa de Vivar che rappresenta l'Assunzione (Transito) della Vergine.
Più "giovane" di quasi due secoli rispetto alla precedente, nel 1492, con la cacciata degli ebrei, divenne chiesa cristiana del Transito.

Noi non l’abbiamo visitata preferendo dedicarci al vicino Monastero di San Juan de los Reyes.

Fu costruito a partire dal 1477 su commissione del re Ferdinando e dalla regina Isabella per commemorare il trionfo sui portoghesi nella Battaglia di Toro e per la contemporanea nascita del principe Giovanni.
Completato nel 1504 venne dedicato a San Giovanni Evangelista.
Sulla facciata principale spiccano le catene dei prigionieri liberati

http://i46.tinypic.com/dq2e5h.jpg

mentre all’interno è presente un magnifico chiostro a due piani in stile tardo gotico con il soffitto ligneo del secondo piano in stile mudéjar.

http://i48.tinypic.com/14dm6tt.jpg

http://i50.tinypic.com/34si8pl.jpg

http://i50.tinypic.com/kc1jtl.jpg

http://i48.tinypic.com/108ffxh.jpg

http://i45.tinypic.com/34fcxew.jpg

vale_1606
08-06-2012, 16:22:40
La chiesa presenta una sola navata con cupola a stella e con cappelle laterali.

http://i46.tinypic.com/2wok5sk.jpg

http://i48.tinypic.com/abmelx.jpg

http://i50.tinypic.com/hvnjn8.jpg

http://i49.tinypic.com/24ypl7d.jpg

http://i48.tinypic.com/fx9mdy.jpg

vale_1606
08-06-2012, 16:52:35
E’ giunta l’ora di vedere Toledo dall’alto e la migliore vista d’insieme sulla città è offerta dalla salita alle torri della chiesa di san Ildefonso (o de los Jesuitas).

http://i50.tinypic.com/vyno9g.jpg

L’interno stupisce per il biancore delle pareti su cui contrastano gli affreschi e gli ori che decorano l’altare maggiore e le cappelle laterali

http://i49.tinypic.com/2i8ceah.jpg

http://i50.tinypic.com/1zoj7z5.jpg

http://i49.tinypic.com/xkyo8l.jpg

La salita avviene attraverso una scala di ferro che sale lungo il perimetro interno di una delle due torri.

http://i46.tinypic.com/25u75av.jpg

La vista dall’alto è stupenda:

http://i50.tinypic.com/mvjo02.jpg

http://i45.tinypic.com/2lik9s9.jpg

vale_1606
08-06-2012, 17:21:57
Toledo avrebbe ancora molto altro da offrire ma la giornata volge al termine e giunge presto l’ora di cena.

Abbiamo prenotato un tavolo al ristorante La Abadia, in Plaza de San Nicolas a poca distanza da plaza Zocodover.
All’ingersso, al piano della strada, si trova il bar e qualche tavolino e sgabello per la taperia mentre al piano inferiore i tavoli del ristorante sono collocati in un suggestivo ambiente in mattoni e pietra.

http://i50.tinypic.com/30hlpox.jpg

Io prendo dell’ottima carne di cervo servita con una squisita salsa ai porcini (redondo de venao adobado con salsa de boletus), mio marito una grigliata mista (parillada) di carne.
Non ci facciamo mancare il dessert:

Fonduta di cioccolato bianco con fragole e tartufi di cioccolato fondente per me:

http://i47.tinypic.com/35jxaav.jpg

e brownie con palla di gelato rivestita di cioccolato fuso per mio marito:

http://i48.tinypic.com/x6bsyx.jpg

vale_1606
08-06-2012, 17:42:54
Lasciamo Toledo poco prima del calare del buio:

http://i49.tinypic.com/2nh3t60.jpg

http://i49.tinypic.com/2rxjlp2.jpg

http://i47.tinypic.com/34y7axh.jpg

http://i50.tinypic.com/vqoewn.jpg

chiara292
08-06-2012, 19:08:50
Che bella Toledo! :)

reietto
08-06-2012, 20:02:15
La sinagoga mi manca, bellissima :069:

valya
08-06-2012, 20:10:54
che bello rivedere Toledo.

Ma avete notato i cappelli dei cardinali appesi nella cattedrale? :069: