Cercando un altro Egitto - 1. Tutte le pietre del Faraone

in viaggio con leander in Egitto
torna alla mappa

Era il 1974 quando Francesco De Gregori scriveva "Cercando un altro Egitto". Si trattava in realtà di una ricerca metaforica, non certo di un viaggio nella terra dei Faraoni. L'ho però voluto scegliere come titolo di questo resoconto poiché, come affermai nel diario del mio precedente viaggio del 2000, il desiderio di tornare in Egitto per approfondire gli aspetti meno "turistici" di quel Paese e di quella civiltà fu vivissimo già dal momento in cui lo lasciai.
Un altro "taglio" può essere quello del consiglio, in particolare a quanti (senza nulla togliere alla bellezza del Mar Rosso e alla libertà di fare ciascuno la vacanza che più gli aggrada) sono magari stati più volte a Sharm, Hurghada o Marsa Alam convincendosi di conoscere l'Egitto senza avere messo il naso fuori dalla realtà patinata e artefatta del villaggio all-inclusive. Provate, almeno una volta, a cercare il "vostro" altro Egitto!
Sarebbero passati quasi sei anni, ma il progetto del ritorno si sarebbe concretizzato, se pure in una di quelle maniere inopinate che Internet (e - consentitemelo - Ci Sono Stato) talvolta ci offre. Una persona (Graziella) che legge il mio diario, una mail con la proposta di unirmi a un gruppo "fuori dal coro", un minimo di approfondimento, ed eccomi a far parte di quell'"altro Egitto" tanto auspicato!
Il viaggio, nato sulle pagine virtuali di Egittologia.net grazie all'iniziativa di Graziella e alla disponibilità dell'egittologo Alberto Elli ad organizzarlo "su misura", ha così preso corpo compattando 20 persone di varie provenienze ma in sintonia fin dal primo giorno: cosa tutt'altro che scontata nei viaggi di gruppo e, quindi, quanto mai costruttiva per il successo dell'esperienza.

DUE AVVERTENZE
1. Della grande quantità di luoghi visitati non descriverò minuziosamente tutte le tombe, templi, decorazioni, fregi, planimetrie, iscrizioni, ecc. Non ne sarei in grado. Non solo, ne sortirebbe un resoconto interminabile, tutto sommato stucchevole per chi non ammiri "de visu" quegli splendori, e preferisco dare delle sommarie connotazioni rinviando alla ben più autorevole sterminata documentazione esistente sia in libreria che su internet. Tra i libri suggerisco, limitandomi a quelli che possiedo:
* il sempre valido "La civiltà egizia" di John Gardiner, ediz. Einaudi
* "Arte e storia dell'Egitto", ediz. Bonechi
* il dettagliatissimo "Guida illustrata a Luxor - Tombe, templi e musei" di Kent R. Weeks, ediz. White Star
* sempre edito da White Star, "Piramidi d'Egitto" di Alberto Siliotti.
* "I tesori dell'Antico Egitto nella collezione del Museo Egizio del Cairo", anch'esso della White Star (vedi in calce il link alla casa editrice).
Tra i siti internet, ricchissimo è Egypt Sites (vedi links in calce).
2. Nel corso del diario di viaggio sono riportati i prezzi di ingresso ai vari siti in Lire Egiziane (LE). Si tenga conto di un cambio di circa 6 LE per 1 Euro.Dopo sei anni dal primo viaggio, finalmente il ritorno. E che ritorno!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook